Seguici su

Cerca nel sito

Un ripascimento inutile. Uno studio sulle mareggiate offre una soluzione alternativa per #Passoscuro

Il livello della sabbia sulle spiagge libere risulta anche 80 cm più alto degli stabilimenti. Basterebbe che a fine estate anche il Comune posizionasse le reti frangivento

Più informazioni su

Un ripascimento inutile. Uno studio sulle mareggiate offre una soluzione alternativa per #Passoscuro

Il Faro on line – Dal mese di marzo 2014 ogni anno insieme al Geologo Dott. Antonio Cavaliere viene misurato l’accrescimento e l’erosione della spiaggia di Passoscuro. Per questo abbiamo scelto tre postazioni fisse lungo la dividente del Demanio Marittimo: in fondo a via Torralba, in fondo a via Stintino e alla foce del Rio Palidoro.

“Quest’anno – spiega Nicola De Matteo – mi sono avvalso della collaborazione di Mario Laurino e di Cosimo Logoluso, con i quali abbiamo osservato che in tre anni, in via Torralba le misurazioni: dai 119 del 2014 – 131 del 2015 – 128 del 2016, si è passati 134 mt del 2017. Salvo un arretramento di 3 mt nel 2016 in un solo anno è cresciuta di 6 mt.
Mentre in via Stintino si misuravano 127 mt nel 2014 – 128 l’anno successivo – un lieve arretramento nel 2016 la portava a 126 mt. Ma quest’anno c’è stato un notevole balzo in avanti che l’ha portata a crescere di ben 14 mt fino ad arrivare agli attuali 140 mt.
Accanto al Rio Palidoro l’accrescimento è stato perfino di 20 mt. Difatti, dai 115-116-118 mt degli anni scorsi, quest’anno misura bei 138 mt.
L’incremento medio è stato di 13 mt e questo fenomeno naturale non può che far piacere agli operatori balneari locali”.

“Abbiamo cominciato – continua De Matteo – a monitorare anche la spiaggia di fronte a piazza Villacidro all’angolo di via Tissi, dove la riva dista dalla dividente demaniale ben 148 mt. In quel sito, Gianni Bricca, barbiere di Passoscuro, racconta che egli nel 1961 frequentava l’asilo in piazza Villacidro e il sabato e la domenica guardava il padre e il nonno giocare a bocce su via Tissi. Ma se il mare erra grosso non potevano giocare per impraticabilità del campo. L’acqua arrivava fino a piazza Villacidro.
I cittadini di Passoscuro, hanno osservato anche che, ogni anno la politica spende molto danaro pubblico per riportare sulla riva la sabbia delle spiagge libere sospinta dal vento che si è accumulata sotto le case durante l’inverno e attraverso il varco di via Tissi arriva fino a piazza Villacidro e via Ussana.

Infine, abbiamo osservato che il livello della sabbia sulle spiagge libere risulta anche 80 cm più alto di quello degli stabilimenti balneari confinanti. Perciò basterebbe che a fine estate anche il Comune di Fiumicino posizionasse le reti frangivento come fanno gli stabilimenti balneari (lasciando libero un varco per il pubblico) e si eviterebbe di sprecare molto danaro pubblico per provvedere ogni anno a livellare le spiagge libere.
Dispiace per le imprese che perderebbero gli appalti, ma è proprio un’eresia sostenere la tesi del ripascimento morbido a costi molto ridotti?”

Più informazioni su