Seguici su

Cerca nel sito

Ostiamare, 1 a 1 in trasferta con l’Avezzano, il giovane Olivetti pareggia per i lidensi

All’inizio della ripresa, i padroni di casa allungano di un gol. Da Colantoni, l’assist vincente per il giovane attaccante biancoviola, al debutto

Ostiamare, 1 a 1 in trasferta con l’Avezzano, il giovane Olivetti pareggia per i lidensi

Il Faro on line – Pareggio, non sconfitta. L’importante, nel calcio, è sempre questo. Ma l’Ostiamare ha rischiato di uscire dalla trasferta con l’Avezzano, con almeno altri gol, nel carnéé. Tanti, sfiorati da parte di Vittorio Attili, che non ha trovato la rete avversaria, in più di un’occasione ed altrettanti tentativi non andati a buon fine, cercati, ma senza fortuna, arrivati da parte di Michele Vano. E’ stato poi un giovane esordiente, a trovare l’1 a 1 per i biancoviola. Francesco Olivetti, al suo debutto assoluto in prima squadra, ha messo a segno il suo gol personale, su assist di Francesco Colantoni, dopo 20 minuti del suo ingresso in campo.

Due pareggi nelle ultime due giornate. Gli 11 biancoviola in cerca della vittoria

Nel finale di gara, l’Ostiamare ha dunque portato a casa un 1 a 1, senza 0 punti in classifica. Con la voglia tuttavia, di quella vittoria, che da due partite, manca ai ragazzi di mister Greco. Nel girone G, sono 60 i punti segnati, giovedì 13 aprile. Negli ultimi due incontri giocati, i lidensi hanno firmato solo due pareggi, dopo la serie di sei vittorie consecutive. Hanno dato anima e cuore, come sempre, gli 11 biancoviola, in queste ultime giornate di campionato, che versa agli sgoccioli. Lo hanno fatto tutti, all’Ostiamare, in questa stagione dei 58 punti del record storico in serie D.

La situazione in cima al girone G. Arzachena prima a 65 punti. Ostiamare, terza a 60

Non ci sono stati particolari scossoni, lassù in cima, al girone. L’Arzachena ha allungato di un solo punto, come l’Ostiamare, pareggiando fuori casa, per 1 a 1, con il Sansepolcro. E’ prima la formazione sarda a 65 punti e sola, sulla torre. Il Monterosi, dopo la vittoria conquistata il 9 aprile scorso, con il San Teodoro per 2 a 0, ha fatto ancora doppio bottino, in questa giornata pre – pasquale e questa volta in trasferta, con il Muravera. E’ tornato a vincere anche il Rieti, dopo la sonora sconfitta, rimediata in casa, con la Nuorese, per 4 a 2. La formazione sabina ha vinto con l’Albalonga, per 1 a 0. Si trova appaiata adesso e seconda alle spalle dell’Arzachena, con lo stesso Monterosi, con 64 punti. A meno uno dalla prima. Non ha cambiato la sua posizione, l’Ostiamare, sempre in zona virtuale play off. Terza, a due punti dalla Nuorese, che incontrerà, il 23 aprile, all’Anco Marzio.

La cronaca della partita

Ha aperto l’Avezzano le azioni in contropiede, come è stata la prima a segnare. Tuttavia, il primo tempo è scivolato sullo 0 a 0, fino al fischio finale. Al 4° minuto, proprio la squadra di casa trovava la prima combinazione utile della partita, con Marolda, autore del gol del vantaggio al secondo tempo, insieme a Padovani. Veniva smorzata in area biancoviola, quest’azione biancoverde e la palla finiva nei guantoni di Quattrotto. Successivamente, un grande intervento di capitan D’Astolfo, da parte dei biancoviola, salvava la porta lidense. Ci provavano ancora i padroni di casa, a trovare l’1 a 0, nei primi 45 minuti. Lo facevano con D’Eramo, che trovava ancora Quattrotto a spengere gli entusiasmi. Alla mezz’ora di gara, ci provava Attili dalla distanza, a mettere la palla in rete per l’Ostiamare. L’attaccante lidense metteva il pallone fuori, di un paio di metri. Nel giro di 5 minuti poi, era ancora la squadra di mister Greco, a trovare due clamorose occasioni, senza gioire.

La prima arrivava al 41°, sia dai piedi di Vano che da quelli di Attili. Dopo un’azione solitaria di Coco, entrambi non riuscivano, in conclusione, a trovare la rete. Dall’angolo poi, impattava Vano, trovando clamorosamente sulla linea di porta, il portiere avversario a bloccare la sfera. Al 43°, su rimpallo del palo, da parte di un tiro di Vano, ancora Attili, a porta vuota, non riusciva a mettere dentro, mandando fuori di testa. Nella ripresa, erano dunque i padroni di casa, a segnare. All’8°, Marolda di destro batteva Quattrotto, portando l’Avezzano in vantaggio. Reagiva l’Ostiamare, con un’azione di Coco. Quest’ultimo metteva in area per Vano, che veniva anticipato dai difensori di casa. Al 29°, faceva il suo debutto in prima squadra, l’autore del pareggio biancoviola. Francesco Olivetti sostituiva Gabriele Passamonti. E dopo circa, 20 minuti segnava la sua prima rete, in serie D e con la maglia della prima squadra lidense. Era un instancabile Colantoni a mettere il prezioso assist, sulla testa di Francesco. Il terzino sinistro biancoviola scendeva sul fondo, dopo aver preso palla da un assist arrivato da centrocampo e lanciava un cross invitante in area di rigore, dove in corsa, arrivava proprio Olivetti. Niente da fare, per la difesa dell’Avezzano. L’Ostiamare accorciava le distanze. Un forcing poi, fino alla fine della partita, dei giocatori lidensi. La partita finiva 1 a 1, in trasferta.

A cura di Riccardo Troiani, Ufficio Stampa Ostiamare, l’intervista a Francesco Olivetti:

“Sono contento. Appena entrato, ho fatto gol. Ero un po’ agitato. Comunque, l’emozione di trovarmi in un gruppo di giocatori più grandi, è stata grande. Tuttavia, mi hanno fatto sentire subito parte integrante del gruppo e la prima palla, che mi è capitata, l’ho messa dentro. Sto vivendo benissimo questa esperienza all’Ostiamare – dichiara Olivetti. Ex Roma e Ternana – anche perché sto vicino casa. Il gruppo è fantastico, sia dentro che fuori dal campo e mi stanno facendo crescere moltissimo, dal punto di vista calcistico, ma anche caratteriale”. Commentando, la dinamica del suo gol, continua: “Credevo che il portiere l’avesse parata. Poi, ho visto che è entrata e ho iniziato a correre. Ho visto Colantoni e sono andato subito da lui a battere il cinque, per il cross meraviglioso messo. Per una punta, un assist teso così, fa bene. Dedico il gol a mio papà, per il suo compleanno”.

 

Foto : Ostiamare Lido Calcio Srl