Seguici su

Cerca nel sito

#Ardea, la Municipale finisce nel museo… tra le polemiche

In molti ritengono lo spostamento opportuno, spazi più ampi e più parcheggi. Ma c'è anche chi si oppone.

Il Faro on line – E’ polemica dopo le notizie apparse sui quotidiani locali e nazionali riguardante l’iniziativa del Commissario Prefettizio Dott. Antonio Tedeschi di dar seguito alla delibera che disponeva il trasferimento del comando della polizia municipale da via dei Rutuli a via Laurentina nel nuovo e più ampio locale nato per raccogliere i reperti archeologiche mai allestiti nella struttura.

Dopo anni dalla ristrutturazione, costata svariate centinaia di migliaia di euro, il Commissario ha stabilito che questa struttura deve essere per il momento utilizzata come sede per la municipale. Molteplici sono i vantaggi che offre questa nuova sede, più baricentrica, facilmente raggiungibile da ogni zona, facilmente avvistabile e per di più con due ampi parcheggi. Oltre ad essere collocata vicino il polo scolastico di Sant’Antonio dove diventerebbe anche una sicurezza per gli scolari.

Il trasferimento però non sembra essere visto di buon occhio da parte di alcuni ex consiglieri comunali che ritengono questo trasferimento inopportuno, in quanto in primis i lavori di allestimento dei locali costerebbero circa 50.000 euro contro i 30.000 euro l’anno per una sede comunque provvisoria che nel tempo potrebbe essere spostata altrove, in secondo luogo la nuova struttura potrebbe non essere dichiarata idonea ad ospitare un comando della municipale dovendocomunque restare l’immobile – come dice la delibera del commissario –  edificio museale.

Ritengono che l’iniziativa del commissario sia al limite dell’illegalità, del resto sostengono che ormai i locali della vecchia sede sono “consolidati” e quindi anche se non vengono ritenuti sufficientemente idonei secondo le norme della ASL più volte intervenuta, il comando deve restare dove si trova.

Un’altra scuola di pensiero ritiene invece ottimale l’ordine di spostamento in via Laurentina, in una sede più accogliente, dove è più facile parcheggiare.

Un ex consigliere ha avanzato una proposta alternativa:  “Invece di spostare in un locale dove il Comune paga un affitto di 2.500,00 euro mensili, perché non spostare l’ufficio commercio che di affitto ne paga 5.000 al mese?” Al netto delle polemiche, il comandante della municipale Col. Giuseppe Sciaudone già ha organizzato in modo graduale il trasferimento nella nuova sede.