Seguici su

Cerca nel sito

Karate, la Nazionale azzurra vince 4 medaglie a Rabat, con Semeraro e Bottaro, d’oro

L’Italia vince ancora nella Premier League. Tra un mese, in Turchia, gli Europei assoluti

Karate, la Nazionale azzurra vince 4 medaglie a Rabat, con Semeraro e Bottaro, d’oro

Il Faro on line – Una sorpresa tutta al femminile, nella Premier League di Rabat. Le donne del karate italiano hanno aperto l’uovo di Pasqua azzurro e hanno tirato fuori, 4 medaglie individuali. Due. Sia nel kata, che nel kumite.

Penultimo torneo, prima dell’Europeo in Turchia

Nella tappa, del torneo targato Wkf, che anticipa la manifestazione più importante dell’anno in calendario, che sono gli Europei di maggio, ormai imminenti, il karate italiano ha fatto del suo in campo internazionale, riportando a casa, dei metalli preziosi. Nel week end, del 15 e 16 aprile, sono stati due, gli ori messi al collo, come accaduto, anche per i bronzi.

Semeraro e Bottaro, campionesse a Rabat

E’ tornata a vincere, Silvia Semeraro, del Centro Sportivo Esercito ed ancora a Rabat. Dopo un percorso netto, in eliminatorie e fasi conclusive, è salita sul primo gradino del podio, sotto al cielo africano. Nella categoria dei 68kg, la vicecampionessa italiana, dei recenti Assoluti lidensi, ha affrontato 5 avversarie, agguerrite. Non ha abbassato testa e cuore, la combattente Silvia del kumite italiano ed in finale, con la slovacca Miroslava Kopunova ha vinto per la terza volta, una tappa della Pl1. L’altro oro è arrivato dal kata. E’ stata Viviana Bottaro e conquistarlo, con la spagnola Roy Robio Raquel, aggiungendo la massima medaglia, a quelle già vinte in squadra, nelle recenti tappe di Parigi e Rotterdam, della Premier internazionale. L’ultimo oro vinto negli individuali, era arrivato ad Amburgo, lo scorso anno, per la karateka delle Fiamme Oro e sempre all’interno dello stesso circuito della Wkf.

Due bronzi. Cardin e D’Onofrio, sul terzo gradino

Sara Cardin ha fatto bis di bronzo, nel suo kumite del cuore. La campionessa europea in carica dell’Esercito ha vinto la sua finalina per il terzo posto, nel peso dei 55 kg. E’ già la seconda medaglia, che Sara mette al collo, nel primo anno e del primo quadriennio olimpico, verso Tokyo 2020, dopo il recente torneo svolto a Rotterdam. Due, terzi posti per lei, con il karategi della Nazionale, nel 2017 in corso. L’altra medaglia di bronzo è arrivata dalla giovane Terryana D’Onofrio, dell’Asd Cam D’Onofrio che ha messo a tacere le aspettative dell’avversaria turca, Gizem Sahin, prendendosi la medaglia con un risultato di 3 a 2, nel kata azzurro.

 

Foto : Fijlkam