Seguici su

Cerca nel sito

Ostiamare, Danilo Piroli: “Con la Nuorese, scontro diretto play off”

Tre punti, l’obiettivo di domenica. Soddisfazione per il record dei 58. E’ finché la matematica permette, si lotta fino alla fine. Il vicecapitano lidense ne è convinto

Ostiamare, Danilo Piroli: “Con la Nuorese, scontro diretto play off”

Il Faro on line – Lavori in corso, all’Anco Marzio, in vista della partita, con la Nuorese. La squadra sarda scenderà in campo, ad Ostia, dopo aver vinto due partite consecutive, con Trestina e la corazzata Rieti, e averne pareggiata una, nell’ultima giornata pre – pasquale con L’Aquila. Sette punti avanti in classifica e a meno 2, dall’Ostiamare.

 

Ostiamare terza a 60 punti. Si insiste fino all’ultimo

Si stanno preparando i ragazzi di mister Greco allora, per affrontare al meglio, la 32esima giornata di campionato. Un torneo regolare agli sgoccioli, nel quale i gabbiani stanno lassù in graduatoria, terzi. Zona virtuale, play off. Dopo i due pareggi di fila, rimediati con l’Albalonga in casa e con l’Avezzano in trasferta, i biancoviola si trovano a 5 punti dall’Arzachena prima e a 4, dalla coppia di seconde, Rieti e Monterosi. 60 per loro, il punteggio attuale e con tanta voglia di salire ancora. L’obiettivo è quello di lottare e lo conferma, il vicecapitano dell’Ostiamare, Danilo Piroli.

 

Piroli aspetta la Nuorese all’Anco Marzio. Per lui è scontro diretto per i play off

A margine dell’allenamento del giovedì, Il Faro on line ha incontrato il numero 2 della difesa di Ostia, che ha parlato del momento della squadra, nel girone G, descrivendo l’attesa che separa lui e i compagni, dalla partita del 23 aprile. Non si deve sottovalutare un avversario, come la Nuorese, che è riuscito a conquistare tanti punti importanti, nelle ultime partite, battendo il Rieti, in casa sua. Lo sottolinea Piroli, che parla persino, di scontro diretto per i play off. Stanno a meno due, i sardi. L’Ostiamare deve vincere per allungare di tre, scongiurando il doloroso scavalco. Piroli non ci sta a perdere, insieme ai suoi compagni e finché, come lui dice, la matematica permetterà ai biancoviola di stare dentro al gioco, venderanno cara la pelle.

 

Imbattibilità: l’obiettivo dei lidensi

In questa prima parte dell’intervista con il vicecapitano dei gabbiani, Il Faro on line ha sentito le sue impressioni, sulle sei vittorie consecutive e la conquista degli storici 58 punti in Serie D. I gabbiani hanno poi rosicchiato due punti in campionato, con due pareggi. E senza perdere. L’importante è mantenere l’imbattibilità. Questa è la parola d’ordine e farlo, soprattutto in casa.

 

Un bello strappo al girone, le sei vittorie consecutive

Sono 10 le vittorie ottenute tra le mura amiche e il 23 aprile, tutto l’ambiente punta alla numero 11. E la cavalcata vincente profusa, fino ai 58 punti è stata per Danilo, un segno di grande soddisfazione. Ci sarà anche il suo nome, negli annali, quando tra qualche anno, i tifosi lo sfoglieranno e racconteranno, che in quella squadra del 2016/2017, il perno della difesa lidense fece la sua parte e per la quinta stagione consecutiva. Quei 18 punti conquistati, con carattere e determinazione, da parte degli 11 biancoviola, hanno dato un bel colpo a tutta la classifica. Parla di un vero e proprio strappo, Danilo. Una bella strigliata agli avversari, firmata con il sigillo dei gabbiani. Ha messo l’Ostiamare lì, ferma a tre punti, dalla cima del girone G.

 

Albalonga e Avezzano, due pareggi. Probabilmente, fisiologici

Sono arrivati poi, i due pareggi. Probabilmente inaspettati. Certamente non voluti. Si vorrebbe sempre vincere e lui lo sottolinea. Ma ad un certo punto, di un campionato duro e tanto lungo, può succedere che il team freni in prima, con le altre avversarie che stanno lì, a spingere. Nel calcio, può accadere. Ma c’è un pareggio tuttavia, da non ripetere. All’andata proprio con la Nuorese, i gabbiani in Sardegna, fecero 1 a 1. Non si può fare. Lo scopo è quello di raggiungere vittoria piena. E’ una buona squadra, quella che domenica incontrerà Piroli e compagni. Lo dichiara chiaramente lui e gioca anche un buon calcio, come aggiunge. L’Ostiamare sta dimostrando di essere una realtà importante che sa amalgamare giovani e veterani, in modo perfetto, puntando sulla potenza e sulla fantasia, mantenendo sicura una difesa, guidata dal vicecapitano Piroli.

 

Caro Danilo, i lettori vogliono conoscere il tuo pensiero, sulle sei vittorie consecutive conquistate con annesso record storico dei 58 punti, in serie D. Cosa ne pensi?

“E’ stato sicuramente un bel traguardo. Un segno di grande soddisfazione, che lasci in questa società. Aver raggiunto questo obiettivo, fa molto piacere. Il campionato comunque ancora non è finito. Mancano tre partite, speriamo di poter concludere, al meglio. Con queste sei vittorie che ci sono state, hai dato un bello strappo alla classifica. Eravamo quasi arrivati, ad insidiare la prima posizione. Adesso, ci siamo un po’allontanati. Siamo comunque terzi, vediamo come andrà a finire. La matematica non ci condanna. Finché noi siamo dentro, lotteremo fino alla fine”.

 

Sono poi arrivati i due pareggi. Quali sono le tue impressioni?

“Ne abbiamo ottenuto uno fuori casa, con l’Avezzano e l’altro all’Anco Marzio, con l’Albalonga, una buona squadra, che è in finale di Coppa Italia. Penso sia stato normale, probabilmente. Non dico che sia stato fisiologico, o quasi. Dopo sei vittorie, lo sforzo mentale e quello fisico sono stati grandi. Vorresti vincere naturalmente, tutte le partite, ma ci sono anche gli altri avversari”.

 

Domenica arriverà la Nuorese ad Ostia. Come vi state preparando?

“Sappiamo che è in una fase strepitosa. E’ a meno due da noi. Penso sarà uno scontro direttissimo per i play off. Stanno attraversando un ottimo momento di forma. Forse insieme a noi, nelle ultime partite ha collezionato più punti, rispetto alle altre squadre. E’ una buonissima formazione e gioca un buon calcio. Speriamo di fare nostra, la partita”.

 

Foto : Claudio Spadolini