Seguici su

Cerca nel sito

Ostiamare, Andrea Catese: “Se giocheremo i play off, ci faremo trovare pronti”

E’ stato uno dei protagonisti della gara vincente con la Nuorese. Un suo delizioso tunnel di fronte alla porta, ha messo i brividi ai verdeazzurri

Ostiamare, Andrea Catese: “Se giocheremo i play off, ci faremo trovare pronti”

4 a 1 sui sardi e Catese dietro le punte, con il numero 10 sulla schiena

Nello scontro play off, della 32esima giornata del girone G, i lidensi hanno segnato ben 4 reti agli avversari e anche se in superiorità numerica e soffrendo per alcuni tratti di gara, hanno saputo raggiungere infine, la meta dei tre punti.

Una partita maiuscola e un assist pungente per Roberti, bloccato in offside

Ha pennellato una buona gara, giocando dietro le punte e mettendo tanti assist preziosi, sia per Michele Vano che per Fabrizio Roberti. I gemelli del gol hanno segnato contro la squadra sarda. Vano ha fatto un solo gol, mentre Roberti ha messo a segno una doppietta. Ha tessuto un pericoloso filtrante Andrea, nel secondo tempo, per il numero 11 biancoviola, che ha mancato in quel momento, la terza rete dei gabbiani, fermato in fuorigioco. Anche per Matteo Coco più tardi, ha crossato dal fondo un veloce traversone in area, che passando davanti allo specchio della porta, non ha trovato lo stesso Coco, andando fuori. Solo alcune, delle tante occasioni create dal giovane talento di Ostia, classe ’97.

E’ tra i giovani più promettenti dell’Ostiamare

Non ha neppure 20 anni, Andrea, ma è già un punto fermo nella prima squadra lidense e già tuttavia, da due anni. Lo racconta, Catese a fine gara, davanti agli spogliatoi. Arrivava dall’Eccellenza, nella stagione 2015/2016 e fu acquistato, per far parte dell’11, del team della Serie D. E’ una squadra piena di talenti l’Ostiamare e ricca di quei giovani in rosa, che la fanno sembrare tanto simile all’Atalanta di Emiliano Mondonico, degli anni ’90.

Assist, fantasia e un quasi gol per lui

Sono 20 le presenze totalizzate per Catese in prima squadra e quando agli sgoccioli del secondo tempo, ha fatto spazio a Emanuele Breda, è uscito tra gli applausi. Ha contribuito Andrea, a disegnare una vittoria che proietta l’Ostiamare verso i play off di stagione. Laggiù sul fondo dell’area di rigore, i difensori della Nuorese hanno dovuto faticare e non poco. Certamente, l’inferiorità numerica della squadra avversaria ha inciso, ma lui non ha potuto che approfittare, di rendersi disponibile, ancora di più. Lui stesso ha rischiato di segnare, mettendo in campo, un’azione da incorniciare. Lo ha fatto, al 46’ del primo tempo. All’altezza del corner, si è portato dietro palla e sfilando veloce, ha scartato un avversario e fatto il tunnel all’altro, trovando poi pronto Frasca, a spengere la gioia di un gol, da annali. Se ne dispiace, a fine gara Andrea e lo dice. Ma ci saranno probabilmente, altre occasioni da sfruttare.

Solo un punto dai play off. Catese punta al massimo, fino alla fine

Il campionato ancora non è finito. Mancano due giornate al termine della regular season e un punto da conquistare per i play off. Solo uno. Andrea si farà trovare con maglia sul cuore, per giocare eventualmente, la coda più bella di un torneo vissuto al sole, con i suoi compagni.

Caro Andrea, è arrivata la vittoria con la Nuorese. Con annessa 11esima vittoria in casa, mantenendo l’imbattibilità all’Anco Marzio. Ostia, quarta in classifica ..

“Sicuramente, è importante aver dato seguito a questa imbattibilità. La Nuorese veniva da un periodo positivo, come noi. Nelle ultime partite, ha fatto più punti in campionato, perciò era una gara da prendere con le molle. Siamo stati bravi ad approcciare bene e poi, sia la superiorità numerica che i gol fatti, hanno aiutato e hanno messo la partita, sulla strada giusta”.

Dopo i due pareggi, questa vittoria è stata come una liberazione per voi … l’avete voluta e inseguita..

“Mentalmente, eravamo pronti ad una partita del genere e siccome è sempre poi il campo a parlare, è stata come una liberazione infatti”.

Sei sempre pronto Andrea, quando il mister ti chiama in campo per giocare. Sei tra i giovani talenti della squadra. Qual è il tuo pensiero ?

“Siamo tanti noi giovani. Dobbiamo essere sempre pronti, alle diverse scelte del mister. Siamo pronti ad applicarci”.

Qual è stato il tuo percorso calcistico, fino all’Ostiamare ?

“Sono due anni, che gioco con l’Ostiamare. Ho giocato nel Futbolclub, nell’Urbetevere e nel Montespaccato. Sono arrivato qui lo scorso anno, direttamente in Serie D. Avevo fatto prima l’Eccellenza”.

Dopo il primo gol di Roberti, vi siete abbracciati. E’ stato un bel gesto, tra compagni di squadra..

“Si. E’ sempre bello vedere un compagno che gioisce per un gol. Soprattutto, lui e Michele Vano ci tengono tanto a segnare. E’ un’emozione in più”.

Tu stesso, hai tentato di mettere a rete allo scadere del primo tempo, dopo una splendida azione solitaria, davanti all’area avversaria ..

“Peccato, il portiere ha fatto una bella parata. Ho tirato sul primo palo, ma lui ha intuito..”.

Mancano due partite, al termine della regular season. Poi, eventualmente, ci saranno i play off, che stanno ad un punto. Cosa ne pensi ?

“Noi dobbiamo giocare bene, facendo il massimo, in queste due ultime partite. Poi tireremmo le somme, a fine stagione. Se ci sarà da fare, un play off. Ci faremo trovare pronti”.

Giochi dietro le punte. Come mai ha scelto, questo ruolo ?

“Veramente, lo scorso anno, giocavo più arretrato. Quest’anno, per diverse esigenze, il mister mi schiera spesso in quella posizione, perché ci sono D’Astolfo e Bellini che sono due ottimi centrocampisti centrali. Quindi, gioco più avanzato. Ho ricoperto altri ruoli, ma sempre nei pressi dell’area di rigore. E’ quella, la zona che mi piace”.

Foto : Claudio Spadolini