Seguici su

Cerca nel sito

#Gaeta, ultimi posti disponibili per il concerto di Amedeo Minghi

Il ricavato sarà devoluto al completamento dei lavori di riqualificazione delle porte della Cappella della Madonna Solitaria

#Gaeta, ultimi posti disponibili per il concerto di Amedeo Minghi

Il Faro on line- Ultimi posti disponibili all’Ariston di Gaeta per la “Bussola e il cuore”, l’ultimo tour di Amedeo Minghi, summa di una carriera lunga mezzo secolo.

Per festeggiare la ricorrenza l’artista ha ideato un vero e proprio show: i più grandi successi del melodista romano ma anche balletti, cori, scenografie mozzafiato, musicisti e due astri nascenti selezionati da Minghi in persona.

Ci saranno la partenopea Martina Cenere e l’attore e cantante di Finale Ligure Michelangelo Nari.

Moltissimi i turisti che, in occasione del 25 aprile, hanno deciso di allungare di un paio di giorni il proprio soggiorno per poter assistere allo spettacolo in programma a partire dalle ore 21:00 presso il teatro di Piazza della Libertà.

Come noto, il ricavato sarà devoluto al completamento dei lavori di riqualificazione delle porte della Cappella della Madonna Solitaria, sul lungomare Caboto.

“Con il passare dei giorni cresce l’emozione – è il commento dell’organizzatrice Sabrina Iannoli, divenuta ormai famosa ben oltre i confini locali per essere riuscita a portare nella propria città tutti i suoi cantanti preferiti – mancano pochissimi posti e poi l’evento sarà sold out. Sono entusiasta soprattutto del fatto che in platea ci saranno moltissime persone che arriveranno da lontano. Penso che questa sia la dimostrazione di come con eventi di qualità si possa veramente rilanciare il turismo”.

“In occasione dei miei cinquant’anni di carriera – ha anticipato Amedeo Minghi – avevo la necessità di far ascoltare ciò che sono oggi con nuove canzoni, ma nello stesso tempo, senza toni celebrativi, riconsiderare la mia esperienza musical. Durante questo concerto-spettacolo racconto di questo mio ultimissimo lavoro, muovendomi dentro questi tre cd, che, come tre satelliti, orbitano intorno a ciò che è il mio mondo musicale, fatto di tante occasioni e percorsi. Questo lavoro mette in luce una profondità espressiva che si rintraccia nei miei provini inediti, nell’inconsapevolezza di canzoni che hanno resistito al tempo e nello stesso tempo, il piacere di condividere nuovi brani ora, da teatrante, quale mi definisco è il momento di vederli in scena”.