Seguici su

Cerca nel sito

La villa dei Casamonica, 600 metri quadrati, finisce al bando per uso a titolo gratuito

Un appello a tutti coloro che vogliono aderire affinchè sconfiggano la paura e partecipino in tanti,

La villa dei Casamonica, 600 metri quadrati, finisce al bando per uso a titolo gratuito

Il Faro on line – È disponibile il bando sul sito della Regione Lazio nella pagina dell’Osservatorio per la Sicurezza e la Legalità per l’assegnazione in uso a titolo gratuito della villa confiscata ad un esponente dei Casamonica. La villa unifamiliare sita in via Roccabernarda a Roma consta di due piani con una superficie lorda di 600 mq. Il bando scade il 15 maggio ed è rivolto alle associazioni di volontariato, alle cooperative sociali e alle associazioni di promozione sociale e ambientale.

Un risultato reso possibile grazie all’intuizione di Pio la Torre ucciso dalla mafia nel 1982, il quale capì l’importanza di togliere alle cosche i beni dei proventi illeciti. L’allora ministro Rognoni ispirò la prima legge sulla confisca dei beni; legge che fu perfezionata nel 1996 con l’approvazione dell’ Art. 109, l’associazione Libera s’impegnò con la raccolta di oltre un milione di firme.

Giampiero Cioffredi presidente dell’Osservatorio per la Sicurezza e la legalità si dice soddisfatto del risultato raggiunto “ viene affermato un principio di valore culturale, etico e educativo nella lotta alla criminalità che ci deve vedere tutti protagonisti. Sosteniamo il lavoro della Magistratura e delle Forze di Polizia”.

“Lanciamo un appello a tutti coloro che vogliono aderire al bando affinchè sconfiggano la paura e partecipino in tanti, anche se si tratta di un immobile confiscato ad un clan che si caratterizza per il suo forte potere di intimidazione. Più domande arriveranno, più si dimostreremo di poter liberare Roma dai sodalizi criminali e dai loro affari illeciti. È un segnale di speranza e di riscatto per tutti i cittadini romani”