Seguici su

Cerca nel sito

Ostiamare, poker di gol alla Nuorese e meno un punto dai play off

Sale la febbre post regular season con i 63 punti in classifica. Vano, Roberti e il giovane Calveri a rete

Ostiamare, poker di gol alla Nuorese e meno un punto dai play off

Il Faro on line – Un volo convinto e consapevole. Voleva la vittoria l’Ostiamare ed è arrivata. L’undicesima in casa, con annessa imbattibilità, tra le mura amiche e a meno uno dai play off. Comincia a salire la pressione, per la fase post regular season, con la mente tuttavia, a programmare le altre due vittorie in campionato, con San Teodoro e Muravera, a chiudere in casa.

Vittoria di misura sui sardi, che terminano la gara in 9

 

4 gol alla Nuorese. In apertura Vano su rigore, doppietta di Roberti e poi Calveri, al secondo gol in campionato e tutti nella ripresa. Un secondo tempo in crescendo, da parte dell’Ostiamare, che agguanta i suoi tre punti, marciando a grandi passi, verso i play off. Al termine della gara, la Nuorese ha contato 9 elementi in tabellino su 11, dopo le espulsioni rimediate su Dinardo e Gallo, al primo tempo. Hanno creato tuttavia dei problemi ai gabbiani, i sardi, al centro del campo, trovando spesso occasioni piccanti, da mettere a rete. Solo una poi è arrivata, dai piedi di Curcio, ma già quando l’Ostiamare stava sul 2 a 0. Niente da fare, tuttavia. I biancoviola hanno fatto girare palla e tattica e hanno omesso vantaggi e gioie verdeazzurre, sorpassando in volata gli ospiti e conquistando 63 punti, nel girone G.

Quarti, dietro alle grandi del girone. E l’Ostiamare cresce, diventando gigante

 

Sono quarti attualmente i ragazzi di mister Greco, alle spalle del Rieti a 65 punti, fermata sullo 0 a 0, dal Muravera. Il Monterosi è seconda a 67, dopo aver rifilato una tripletta al Latte Dolce. In cima, c’è l’Arzachena a 68, che dopo il 2 a 1 sull’Avezzano, prosegue il cammino verso la Lega Pro. Ma l’Ostiamare sta lì, con in tasca un tagliando quasi sicuro per i play off. Manca infatti un solo punto, da strappare in trasferta, domenica prossima, in Sardegna, con il San Teodoro, per festeggiare poi, con altri eventuali 3 punti, il 7 maggio, all’Anco Marzio. Testa bassa e correre sul campo, allora, con obiettivo, il 64 in classifica.

Primo tempo, apre Ostia su rigore con Vano. Poi a chiudere, un tunnel di  Catese, senza fortuna, sul primo palo

 

Partiva in quarta l’Ostiamare, all’inizio della gara. E uno scambio tra Vecchiotti e D’Astolfo, destinazione Calveri, non trovava fortuna, lasciando sfilare la palla sul fondo. Al 15’, Catese metteva per Vano che concludendo di sinistro, tirava in porta un pericoloso pallone, trovando solo i guantoni di Frasca, ex giallorosso. Anche Roberti, al rientro dopo due giornate fuori per squalifica, tentava di sbloccare il risultato, alzando allarmi nella difesa sarda e mandando alto. 10 minuti più tardi, era Ostia a passare in vantaggio e su rigore. Franava Vano in area, dopo un fallo di Dinardo, che veniva mandato fuori anzitempo. 10 contro 11, in campo ed era il gigante numero 9 biancoviola allora, a gonfiare la rete avversaria su penalty e freddamente. 1 a 0 per l’Ostiamare e 15esimo gol personale per il gigante lidense. Ci provava ancora Roberti in seguito a trovare il raddoppio dei padroni di casa, tirando alto. Metteva Vecchiotti per Catese, ma il giovane classe ‘ 97 veniva intercettato. Un po’ di tensione contraddistingueva, il termine della prima frazione di gioco e i sardi ne facevano le spese, con il rosso per Gallo, che faceva fallo su Colantoni. Prima del ritorno negli spogliatoi, un lampo di genio di Catese illuminava l’area avversaria. Sfilava sul fondo, il numero 10 di Ostia e faceva un delizioso tunnel ad un difensore della Nuorese, che lasciava passare. Ci provava, a mettere a rete, sul primo palo, ma Frasca pronto, spegneva entusiasmo e sogno del gol.

Secondo tempo. Doppietta di Roberti e secondo gol di Calveri in serie D. La Nuorese in 9, segna una sola rete

 

Al secondo tempo, ecco i restanti 4 gol della partita. Al 6’ minuto, Vecchiotti lanciava un cross in area, intercettato da Roberti che impattava di prima intenzione. Gol e 2 a 0 per i biancoviola. Cresceva la Nuorese, anche se in inferiorità numerica, siglando il 2 a 1 della partita, da parte di Curcio. L’Ostiamare non mollava e più tardi ancora Catese metteva sul campo, uno dei suoi dribbling e filtrava per Roberti, che veniva chiuso. Si replicavano entrambi in seguito, ma il numero 11 di Ostia, veniva fermato in fuorigioco. Dopo due tentativi poi, andati a vuoto ed entrambi su colpo di testa, Calveri trovava il suo secondo gol in serie D. Dopo quello segnato in trasferta a Sansepolcro di testa, il 7 dell’Ostiamare riceveva in area, un assist da Vano e d’interno sinistro, con pallonetto leggero, trovava al 28’, il 3 a 1 lidense: “Sono molto contento del gol e anche per la vittoria della squadra – ha detto Calveri a margine della partita, ai microfoni di Riccardo Troiani, dell’Ufficio Stampa dell’Ostiamare, continuando – siamo stati bravi a sfruttare le occasioni sotto porta e poi a vincere”. Arrivava senza storia poi, la resa sarda dalla doppietta personale di Roberti, che con 10 gol in stagione, concludeva a rete, un assist di Vano. 4 a 1 e festa.

Domenica, con il San Teodoro a caccia del tagliando più prezioso

 

Meno un punto da dei play off che sembrano ormai conquistati. Nel calcio niente è scontato, a meno che, grinta e passione abbiano la meglio. L’Ostiamare ha abituato i suoi tifosi ad esprimerle entrambe, in partita. Domenica trasferta in Sardegna. Torneranno a Roma, i ragazzi di mister Greco, con in tasca i play off conquistati? Il 30 aprile, il responso. Intanto, quei 63 punti marcati record, talento e determinazione stanno fermi a dire agli altri del girone che l’Ostiamare può giocarsi il campionato.

Campionato Nazionale Serie D, Girone G (35^ Giornata)

 

Ostiamare – Nuorese 4-1

Ostiamare: Quattrotto; Martorelli, Piroli, Colantoni; Calveri, Bellini, D’Astolfo, Catese (41’st Breda), Vecchiotti (8’st Coco); Roberti, Vano (30’st Attili). A disp.: Barrago, Morra, Pedone, Belardelli, Passamonti, Alessandrini. All.: Alfonso Greco.

Nuorese: Frasca; Tupponi, Dinardo, Peana, Cadau; Gallo, Scognamiglio (28’st Carta), De Simone; Molino (33’st Pusceddu); Flores Heatley (18’st Lizaso), Curcio. A disp.: Galizia, Botti, Dessolis, Scintu. All.: Marco Mariotti.

Arbitro: Testi di Livorno. Assistenti: Zingoni di Pontedera e La Veneziana di Viareggio.

Marcatori: 25’pt Vano (rig.), 6’st Roberti (O), 10’st Curcio, 28’st Calveri, 30’st Roberti (O).

Espulsi: 25’pt Dinardo (N) per fallo da ultimo uomo, 44’pt Gallo (N) per condotta violenta.

Note: osservato un minuto di raccoglimento in memoria del ciclista Michele Scarponi, tragicamente scomparso a seguito di un incidente stradale.

Foto : Claudio Spadolini