Seguici su

Cerca nel sito

Altra mazzata su #Alitalia, i passeggeri preferiscono le Compagnie orientali

52^ su 72, impietosa indagine di Altroconsumo su un campione di 11.273 persone che hanno valutato più di 20.000 esperienze di volo nel 2016

Altra mazzata su Alitalia, i passeggeri preferiscono le Compagnie orientali

Il Faro on line – Non c’è un solo indicatore nel quale Alitalia eccella a livello mondiale, e in classifica generale è al 52esimo posto su 72 compagnie aeree. A dare i voti gli stessi passeggeri, che hanno partecipato a un’indagine di soddisfazione condotta mesi fa, realizzata grazie all’apporto di 11.273 persone che hanno valutato più di 20.000 esperienze di volo nel 2016. Di questi 1.414 sono italiani. Un’inchiesta in otto Paesi – Australia, Belgio, Brasile, Danimarca, Francia, Italia, Portogallo e Spagna.

Sarà forse anche questo uno dei motivi della crisi di Alitalia, Compagnia un tempo di bandiera in tutti i sensi, che mostrava al mondo l’eccellenza italiana. Ora, a forza di smontare servizi, eliminare le manutenzioni, licenziare personale, questo è ciò che resta all’utente medio come impressione sulla Compagnia italiana.

La parola a chi viaggia: la qualità del servizio offerto da 72 compagnie aeree e 178 aeroporti

Altroconsumo e le altre organizzazioni indipendenti di consumatori hanno scattato la fotografia che mostra luci e ombre nel mercato dei voli dal punto di vista di chi viaggia. Punteggi e classifiche sia sulla gestione delle emergenze che del quotidiano. Cosa succede in caso di ritardi o bagagli smarriti, cancellazioni voli, ma anche efficacia della fase di check-in, puntualità, tipo di servizio del personale a bordo, livello di pulizia. Raccolte le opinioni di chi viaggia per lavoro o di chi viaggia per piacere, comprese le tratte di lungo raggio: la sensibilità è diversa – il giudizio che emerge sul rapporto qualità/prezzo comprende sia la spesa per il biglietto che l’esperienza a bordo.

I voti non premiano le compagnie aeree europee: in cima alla classifica ci sono i vettori arabi e dell’Estremo Oriente, apprezzati soprattutto quando si devono fare viaggi a lungo raggio. Tre di questi – Emirates, Singapore Airlines e Cathay Pacific – occupano i primi posti della classifica dal 2009, a conferma del fatto che la qualità del servizio che offrono è una costante nel tempo, non legata al momento favorevole ma a un servizio solido evidentemente apprezzato da chi viaggia.

Sul tema del rispetto delle regole c’è ancora molta strada da fare: il 10% delle persone intervistate racconta di aver avuto un problema con i bagagli; tra questi l’83% non ha ricevuto il rimborso cui aveva diritto. Non esiste una legislazione internazionale che obblighi le aziende a rimborsare i passeggeri. La legislazione esiste nell’UE ed è in tutta evidenza largamente disattesa.

Il 25% dei passeggeri intervistati – ben un quarto – hanno avuto un ritardo del volo. il 76% degli intervistati a cui è stato cancellato un volo non ha poi ricevuto la compensazione economica che gli spettava. Il 6% dei voli ha avuto un ritardo di almeno due ore. Ignorati dalle compagnie i diritti dei viaggiatori quando il ritardo ha superato le 3 ore: nel 75% di tali casi i passeggeri non sono stati rimborsati. Situazione in miglioramento: nel 2009 erano del 91%.

Per Luisa Crisigiovanni, Segretario generale di Altroconsumo: “Ѐ necessario un intervento e maggior coordinamento delle autorità di vigilanza a livello paese e internazionale affinché i rimborsi dovuti siano automatici e non si scarichi il peso delle inefficienze sui cittadini consumatori, come documenta l’indagine e come avviene da troppi anni ormai”.

Dal punto di vista dei viaggiatori tra gli aeroporti i migliori sono quelli di Singapore e Tokyo; in Europa brillano Monaco e Porto. In Italia lo scalo con il punteggio più alto è Bari. Parametro per parametro, la classifica completa su altroconsumo.it/aeroporti.