Seguici su

Cerca nel sito

Primo maggio a #Ostia, Sinistra Italiana ‘Al centro le vertenze dei lavoratori e il crollo del turismo’

Possanzini: "La solidarietà non basta più. Il lavoro deve tornare a essere il tema principale dell'agenda politica"

Primo maggio a #Ostia, Sinistra Italiana ‘Al centro le vertenze dei lavoratori e il crollo del turismo’

Il Faro on line – “Lunedì Primo maggio, a Ostia, in piazza Anco Marzio, dalle 11:00 alle 13:00, Sinistra Italiana X Municipio celebrerà la Festa del lavoro facendosi carico delle istanze più gravi che coinvolgono lavoratori, precari, cittadini del territorio” – comunica Sinistra Italiana X Municipio .

“Al centro: le vertenze dei lavoratori delle cooperative delle spiagge libere che rimarranno disoccupati, dei commercianti e tutti gli operatori dell’indotto che soffrono le conseguenze del crollo del turismo, dei cittadini che non potranno fruire del mare ‘libero’ – prosegue Si X Municipio – dei lavoratori dell’Alitalia presenti ampiamente su questo territorio che vedono umiliate le loro istanze da anni da governi incapaci di prendersi carico dello sviluppo dell’azienda, attraverso un piano industriale serio e lungimirante, dei lavoratori della Roma Multiservizi umiliati ancora in Consiglio Comunale, laddove le loro richieste dovevano essere ascoltate e accolte, dei lavoratori del Trasporto Pubblico Locale lasciati per mesi senza stipendio”.

Circolo di Sinistra italiana X Municipio

“La solidarietà non basta più. Il lavoro deve tornare a essere il tema principale dell’agenda politica nazionale perché non può essere più considerato una merce – dichiara Marco Possanzini, Casa della Sinistra, Si X Municipio) – abbiamo bisogno di un piano straordinario per il lavoro al fine di riconnettere le mille solitudini ottenebrate dalla perenne precarietà, per tornare a parlare con concretezza e determinazione con i “mondi dei lavori”, per ricostruire attraverso il diritto al lavoro un’idea di società moderna e libera dai bisogni. Sinistra Italiana nasce per perseguire questo obbiettivo”.

“La sezione Berlinguer di Si Roma X Municipio lotta a fianco dei lavoratori delle spiagge libere, dell’Alitalia, della Multiservizi, del TPL – afferma Roberto Ribeca – vogliamo che la giornata del Primo maggio a piazza Anco Marzio sia una giornata di lotta per il lavoro e per la libertà dall’umiliazione della disoccupazione. Il X Municipio, con un’amministrazione democratica menomata da un commissariamento che ha suscitato non poche perplessità, non garantisce una libera fruizione del mare”.

“Il nostro impegno per far rifiorire l’economia balneare di Ostia a cominciare da quelle spiagge che consentono libertà di accesso e di paesaggio garantendo a tutti, con i loro servizi, la fruizione del mare “nostrum”. Vogliamo che il popolo si riprenda il suo mare con una amministrazione democratica e trasparente che sappia garantire lavoro e ambiente. Il Primo maggio insieme a piazza Anco Marzio alle ore 11:00″ – conclude Ribeca.

Sinistra italiana, Segreteria di Roma Area Metropolitana

“Il Primo maggio Sinistra Italiana del X Municipio di Roma sarà a Ostia, in piazza Anco Marzio, il cuore di quel territorio da due anni con un’amministrazione non eletta democraticamente, guidata da un commissariamento che ha suscitato non poche perplessità” – comunicano Adriano Labbucci e Mirella Arcamone di Sinistra Italiana, Roma area metropolitana che – “sostiene e promuove con forza l’iniziativa di lotta a fianco dei lavoratori delle spiagge libere, dell’Alitalia, della Multiservizi e del trasporto pubblico”.

Mare libero

“A fianco dei lavoratori, dei precari, dei giovani a cui si nega il futuro: è questo il posto della Sinistra e saremo lì. A difendere e promuovere il lavoro come via di umanità, cittadinanza, dignità. Saremo a Ostia, il Primo maggio, in un Municipio ricco di risorse naturali, paesaggistiche, culturali – prosegue Sinistra Italiana, Roma area metropolitana –  lì dove viene negato il mare libero.

“Lì quando si apre la stagione balneare, mutilata dall’incapacità dell’amministrazione di risolvere per tempo i problemi connessi ai bandi per le spiagge libere, le uniche che consentono libertà di accesso e di paesaggio garantendo a tutti l’accesso al mare, a partire dai più deboli- proseguono Mirella Arcamone e Adriano Labbucci – lì dove non si stati nel contempo capaci di intervenire sugli stabilimenti, veri mostri di speculazione e abusivismo”.

Con i lavoratori

“Saremo lì con i lavoratori delle cooperative, con i commercianti e tutti gli operatori dell’indotto, che soffrono le conseguenze del crollo del turismo – Sinistra Italiana, Roma area metropolitana – lì con i lavoratori dell’Alitalia, presenti ampiamente su quel territorio che vedono umiliate le loro istanze da anni da governi incapaci di predersi carico dello sviluppo dell’azienda, attraverso un piano industriale serio e lungimirante.

“Lì con i lavoratori della Roma Multiservizi, umiliati ancora in Consiglio Comunale, laddove le loro richieste dovevano essere ascoltate ed accolte – proseguono Arcamone e Labbucci – lì con i lavoratori del trasporto pubblico locale, lasciati per mesi senza stipendio. Sarà una giornata di lotta per il lavoro. È questa la nostra festa. Siamo, come Sinistra Italiana, con il lavoro, con con chi lo cerca e chi lo perde, con chi vede la propria dignità calpestata“.

“Il lavoro, infatti, e lo diciamo con forza, deve tornare a essere il tema principale dell’agenda politica nazionale. Lavoro sicuro, dignitoso, ben retribuito, contro ogni precarietà, umana, esistenziale, sociale. Ne va della democrazia sostanziale di questo Paese. È infatti attraverso il lavoro che si è cittadini e non sudditi” – concludono i Segretari di Sinistra Italiana, Roma area metropolitana.