Seguici su

Cerca nel sito

#Ladispoli, Marco Pierini presenta la sua squadra

Il candidato sindaco: "Pochi i volti già noti del panorama politico ladispolano, meno del 10%, tanti i ragazzi e le ragazze under 35".

Ladispoli, Marco Pierini presenta la sua squadra

Il Faro on line – “Cinque liste, oltre 100 candidati. Sono questi i numeri della coalizione #LadispoliProtagonista a sostegno della candidatura di Marco Pierini sindaco. A poco più di un mese dalla consultazione elettorale per eleggere il primo cittadino di Ladispoli, Marco Pierini presenta la squadra. L’appuntamento è fissato per il pomeriggio di mercoledì 10 maggio, dalle ore 18.00, presso i locali del ristorante Il giardino di piazzale Roma, 15″  – così si legge in un comunicato dell’Ufficio stampa Marco Pierini sindaco.

“Pochi i volti già noti del panorama politico ladispolano – prosegue il cominicato – , meno del 10%, tanti i ragazzi e le ragazze under 35. Lavoratori, studenti e soprattutto giovani impegnati nel dibattito politico cittadino pronti a dare sostegno alla futura amministrazione.

Partito Democratico, Ladispoli Città, Protagonisti con Pierini Sindaco, Governo Civico Ladispoli, Ladispoli Popolare, queste le formazioni scese in campo in vista del prossimo 11 giugno”.

“Una scelta di campo che ha tenuto conto dell’apporto e delle professionalità di cittadini e cittadine che con perseveranza e impegno hanno creduto fin da subito nel nostro progetto politico”, ha affermato il candidato Pierini.

“Sono orgoglioso di rappresentare volti e personalità che, pur avendo storie diverse, hanno in comune l’amore per la nostra città e la volontà di rendere sempre di più Ladispoli Protagonista con idee concrete e realizzabili.

Un importante lavoro di concerto tra candidati e cittadini, attraverso #OpenProgramma, il ciclo di incontri e di tavoli tematici, ha permesso l’elaborazione delle proposte presentate direttamente dai cittadini stessi  un apporto fondamentale per la costruzione del programma di governo che verrà presentato nei prossimi giorni” – conclude Pierini.