Seguici su

Cerca nel sito

Governo Civico #Ladispoli mette al centro la ludopatia

Il Movimento: "Chi si candida a governare questa comunità dovrà far fronte a questo drammatico problema"

Governo civico Ladispoli mette al centro la ludopatia

Il Faro on line – “Siamo ormai da diverse settimane è in campo, a fianco di Marco Pierini, per formulare e raccontare le migliori proposte per questo territorio.” – dichiara in un comunicato stampa Governo civico Ladispoli.

“Tra gli argomenti di cui si è parlato nel corso degli incontri di OpenProgramma, tavoli tematici per costruire un progetto di governo partecipato con i cittadini, una grande importanza è stata data al tema della ludopatia, dipendenza dal gioco d’azzardo, che colpisce sempre di più cittadini vittime di gravi condizioni sociali ed economiche.

Chi si candida a governare e a guidare questa comunità dovrà senz’altro far fronte a questo drammatico problema, pretendendo i giusti strumenti normativi per arginarlo.

A livello locale esiste già un regolamento che fornisce indicazioni in questo senso, prevedendo – per l’installazione di slot machine – una distanza di sicurezza dalle scuole o dai luoghi di aggregazione. Questo però non basta. La nostra proposta per i prossimi anni intende premiare gli esercizi commerciali che riducono concretamente gli spazi dedicati al gioco d’azzardo e di sensibilizzare esercenti e cittadini sul tema – continua Governo Civico.

L’attuale insieme di norme, già in vigore a Ladispoli, sarà applicato in maniera ferrea con controlli specifici da parte dell’Amministrazione, chiedendo la collaborazione anche dei cittadini. Instaureremo poi un tavolo di confronto permanente con le Associazioni di categoria, che si occupano di questioni sociali attinenti, per dar seguito a tutti i provvedimenti che verranno messi in campo e per mantenere saldo il principio della legalità nella nostra città.

Questo per noi significa voler bene a Ladispoli, prendersi cura dei propri cittadini. Marco Pierini e la coalizione che lo sostiene (e di cui facciamo parte), la pensano come noi su questo tema così come su altre questioni che interessano il territorio e sappiamo che insieme a loro potremo portare la nostra voce nel palazzo di Piazza Falcone” – conclude il comunicato.