Seguici su

Cerca nel sito

#Civitavecchia, un nuovo bando per il gas metano

La partecipazione è aperta a tutti i comuni dell'ambito territoriale di "Roma 2 - Litorale Nord"

Civitavecchia, un nuovo bando per il gas metano

Il Faro on line – “La gestione della rete di distribuzione del gas naturale (metano) nel territorio cittadino, a seguito della liberalizzazione del mercato nazionale,  sarà riaffidata, mediante una gara europea, a livello dell’ambito territoriale minimo denominato ” Roma 2 – Litorale Nord “, comprendente 12 Comuni” – così in una nota del Comune.

Il ruolo di Stazione Appaltante della gara d’ambito è rivestito dal Comune di Civitavecchia, ma ogni Comune deve predisporre un documento contenente la consistenza reale della rete attuale e le richieste di adeguamento e di miglioria, rispetto alle esigenze della cittadinanza” – continua la nota.

“La futura gestione d’ambito – dichiarano il Consigliere Andrea Passerini e il delegato Venanzio Bianchiavrà una durata di 12 anni e potrà comportare numerosi benefici per le collettività degli Enti locali coinvolti, tra cui il Comune di Santa Marinella (investimenti sul territorio, sconti per i cittadini, corrispettivi a favore dei Comuni, etc.).

Si tratta di un’opportunità per i cittadini che vivono in zone del territorio attualmente non servite dalla rete di gas metano, con investimento (totale o parziale), in esito alla gara, a carico del gestore aggiudicatario” – concludono Passerini e Bianchi.

L’Amministrazione invita i cittadini che attualmente non sono serviti dal metano, a segnalare il proprio interesse ad un’estensione della rete di distribuzione all’Ufficio Europa, per email (sportelloeuropa@comune.santamarinella.rm.it) o presso la sede centrale del Comune, fornendo i propri riferimenti per la successiva acquisizione delle necessarie informazioni.

Si precisa che l’inserimento degli interventi nel bando di gara sarà comunque subordinato ad una valutazione costi-benefici, rispetto alla quale l’Autorità per l’Energia Elettrica, il Gas ed il Sistema Idrico valuterà il riconoscimento dei costi in tariffa” – conclude la nota.