Seguici su

Cerca nel sito

Juniores Italiani di Judo, Pantano, D’Arco e Martelloni, campioni italiani

Sfilata di medaglie, sul podio. Esposito vince l’oro nei 63 kg ed il Judo Grosseto vince la classifica per società

Juniores Italiani di Judo, Pantano, D’Arco e Martelloni, campioni italiani

Il Faro on line – Sono stati 251, i judoka della classe maschile, che si sono incontrati sui tatami lidensi, lo scorso 6 maggio. Sotto le luci del Pala Pellicone di Ostia Lido, il meglio del judo giovanile italiano ha imbracciato tecnica e braccia, per conquistare il titolo 2017.

Grande, è stato il successo di pubblico e di spettacolo, ai Campionati Juniores. Di fronte al campione olimpico di Rio 2016, Fabio Basile, seduto al parterre, ad ammirare i suoi colleghi più piccoli, gli atleti italiani hanno dato il meglio, per non fallire.

C’è chi ha vinto e chi no. C’è chi ha gioito e chi ha pianto. Ma a trionfare, sono stati ancora una volta, i valori delle arti marziali.

Sono stati 8, i nuovi campioni italiani, tra i quali Martelloni, Pantano, Lombardo e Graziano hanno dimostrato impegno e determinazione. Giovanni Esposito è stato l’eccezione. In quanto, è rimasto sul gradino più alto, negli under 21, ma rispetto all’edizione precedente degli Juniores, ha vinto il titolo nei 63 kg.

Nella classifica delle società, a fine giornata, è stato il Judo Grosseto a trionfare, con medaglia d’oro al collo e coppa in mano, in bella mostra, sul primo gradino del podio, avendo collezionato, 30 punti. La Fitness Club Nuova Florida si è piazzata seconda, con 22, mentre il Kyu Shin Do Kai Parma è arrivata terza, con 20 punti.

Di seguito, i podi delle varie categorie, con rispettive medaglie.

55: 1) Mattia Martelloni (Judo Grosseto); 2) Alessio Di Clemente (Kodokan Empoli); 3) Antonio Corsale (Judo Grosseto) e Fabrizio Magozzi (Judo Giradinetti)

60: 1) Angelo Pantano (Airon judo 90 Furci Siculo); 2) Andrea Carlino (Akiyama Settimo); 3) Patrick Cala Lesina (Airon judo 90 Furci Siculo) e Biagio D’Angelo (Star Judo Club Napoli)

66: 1) Manuel Lombardo (C.s. Esercito Roma); 2) Gabriele Sulli (Fiamme Gialle); 3) Simone Castagnola (Akiyama Settimo) e Mattia Micheli (Banzai Cortina Roma)

73: 1) Giovanni Esposito (Fiamme Azzurre); 2) Matteo Mazzi (Judo Grosseto); 3) Alessandro Magnani (Kyu Shin Do Kai Parma) e Alessio Marini (Girolamo Giovinazzo)

81: 1) Salvatore D’Arco (Nippon Club Napoli); 2) Christian Parlati (Fiamme Oro); 3) Gianluca Iudicelli (Accademia Torino) e Nicola Mortal (Dlf Yama Arashi Udine)

90: 1) Adrian Ciolan Razvan (Fitness Club Nuova Florida); 2) Lorenzo Parodi (Pro Recco Judo); 3) Andrea Fusco (Nippon Club Napoli) e Lorenzo Tanganelli (Judo Grosseto)

100: 1) Marco Truffo (Centro Sportivo Torino); 2) Luca Villanova (Dojo Equipe Bologna); 3) Emanuele Graziani (Fitness Club Nuova Florida) e Riccardo Montanini (Kyu Shin Do Kai Parma)

+100: 1) Alessandro Graziano (Team Romagna); 2) Lorenzo Agro Sylvan (Kyu Shin Do Kai Parma); 3) Giuseppe Fortunio (Fortitudo 1903 Reggio Calabria) e Oliver Grasso (Dynamic Center Gravina)

Foto : Fijlkam