Seguici su

Cerca nel sito

#Ladispoli, Roberto Oertel ‘Bisogna andare a votare’

Il Candidato consigliere: "Dobbiamo essere noi gli autori del cambiamento".

Ladispoli, Roberto Oertel: “Bisogna andare a votare”

Il Faro on line – “In questi giorni, ma in realtà da diversi anni e da molte elezioni passate, sempre più persone incontro e mi dichiarano :”io non vado più a votare, sono anni!! – lo afferma il una nota Roberto Oertel candidato consigliere per la lista civica “Cuori Ladispolani” per Alessandro Grando Sindaco.

“E il motivo è sempre lo stesso, non credere più ai politici!

Tutto sommato questa risposta mi rincuora perché significa che il problema non è la politica ma di chi la rappresenta, e dunque una speranza che qualcosa accada e che si ritrovi quella classe politica dirigente moralmente integra, competente e onesta, al servizio della città e della comunità, esiste nella convinzione delle persone!

Però perché questo accada , bisogna andare a votare, e bisogna anche impegnarsi per valutare il candidato sindaco e quindi il candidato consigliere collegato al sindaco che si ritenga abbia queste qualità.

Il non votare significa, aumentare il numero degli elettori che non esercitano più il loro diritto, lasciando ai pochi di decidere per loro!

Nelle ultime elezioni amministrative a Ladispoli l’assenteismo è corrisposto al 38% , cioè a 11.200 cittadini, che se fossero andati a votare, certamente avrebbero cambiato le sorti delle elezioni.

Mi sorprende quante più persone affermano di non andare a votare e moltissime di queste sostengono di essere deluse da chi oggi ed in passato ha governato Ladispoli!.

Il cambiamento, la discontinuità e il futuro nostro e dei nostri figli, lo costruiamo noi, giorno per giorno e in modo specifico il prossimo 11 giugno.

Il mio vuole essere un invito al voto a tutti i cittadini e in modo specifico a quei 11.200 cittadini che non si sono più recati alle urne.

Un invito a scegliere un sindaco che veramente cambi Ladispoli, migliorandola e al servizio della gente.

Non è utile e proficuo lamentarsi e non credere più a certi politicanti; bisogna essere noi gli autori del cambiamento e scegliere la nuova generazione di politici ed amministratori.

La vecchia classe dirigente e i vecchi politici che da 20 anni governano il popolo italiano e le amministrazioni locali, come a Ladispoli, non lo hanno fatto con un colpo di stato armato, ma grazie all’indifferenza e sfiducia del cittadino, che ha lasciato scegliere e decidere chi lo deve amministrare dai pochi elettori che si recano alle urne – continua il Candidato.

E quest’ultimi sempre più raggirati ed indotti a credere a false promesse di lavoro, false promesse di piani regolatori a loro favorevoli per arricchirsi , a false promesse di “agevolazioni ad personam” per uno o l’altro iter di pratiche e permessi pubblici….

Ma se diamo fiducia a chi preferisce aggirare le regole per favorirci, non possiamo poi lamentarci se il paese e le città vengono “saccheggiate e violentate” dai politici che tanto “odiamo”, abbandonate al degrado, all’insicurezza e allo spreco di denaro pubblico.

La colpa è tutta nostra! Di tutti noi cittadini che non andiamo a votare, e/o votiamo in cambio di favori e scorciatoie! Io dico basta a tutto questo!

Basta anche a scegliere il candidato perché’ lo si ritiene un bravo professionista!!!

Il prossimo 11 giugno non devo scegliere il professionista (avvocato o medico o altro) che mi curerà la salute o le questioni legali familiari o mi dovrà riparare l’auto ma devo scegliere un ottimo sindaco che sia dedito al bene comune, al sacrificarsi per la città e per la gente, perché fare l’amministratore per la gente è oneroso in termini di impegno e presenza nel comune, tralasciando i propri impegni lavorativi, professionali e anche familiari” – conclude Roberto Oertel.