Seguici su

Cerca nel sito

Ostiamare, sconfitta con il Rieti per 3 a 1, sfuma la finale play off

Tre gol nella ripresa spengono i sogni di gloria di Ostia. Rete di Roberti al primo tempo, su rovesciata. I lidensi non reagiscono e la finale con L’Aquila va ai reatini

Ostiamare, sconfitta con il Rieti per 3 a 1, sfuma la finale play off

Il Faro on line – E’ terminata come nella regular season di ritorno. Stesso risultato finale e stesso epilogo. Come nello scorso mese di febbraio, è stato il Rieti a portare a casa, la partita. E nella semifinale di girone, dei play off 2016/2017, del 14 maggio allo Scopigno, i tre gol, della squadra di mister Paris nella ripresa, hanno spento i sogni biancoviola, di proseguire verso la finale della post season.

Primo tempo, vantaggio Ostiamare. Tre gol del Rieti al secondo, chiudono i giochi

Era cominciata in poppa, la gara dell’Ostiamare. Il goleador Fabrizio Roberti, che segna 11 perle in stagione (10 gol in campionato e 1 ai play off), ha buttato dentro una palla ricevuta da Vano, dopo una percussione di quest’ultimo, sulla sinistra del portiere. Cross per il compagno di reparto e splendida rovesciata al volo del numero 11, imprendibile per Kucich. In questo modo, al 10’ del primo tempo, i gabbiani ospiti del Rieti alzavano umore ed entusiasmo. Per tutto il primo tempo, entrambe le squadre hanno poi cercato di prevalere l’una sull’altra, creando occasioni importanti, senza l’insacco in rete. L’Ostiamare è stata a caccia del raddoppio, mentre il Rieti invece, lo ha fatto per quel vantaggio, che poi è arrivato, nei secondi 45 minuti. E di larga misura. Sono giunti tre gol, grazie all’assedio del reparto offensivo, nella difesa ospite. Scotto, Tirelli e Marcheggiani hanno ribaltato il risultato nel giro di una mezz’ora. Un accerchiamento continuo, di fronte a Quattrotto e reti, della vittoria. La prima, con Scotto in elevazione e di testa, sull’1 a 1 e poi doppietta di Marcheggiani.

Nonostante, la mancata finale play off, è da incorniciare la stagione dell’Ostiamare

E’ andata ai padroni di casa dello Stadio Centro Italia, allora, la semifinale play off. Domenica prossima, ancora in casa, riceveranno L’Aquila, che con il Monterosi ha vinto per 3 a 2. Termina invece la stagione dell’Ostiamare. Un anno, comunque, vissuto ad alti livelli. Lo ha confermato, mister Greco in sala stampa, a fine partita, come tuttavia da lui ribadito in varie occasioni: “E’ stata una bella ed importante stagione. I ragazzi hanno meritato la classifica conquistata”. Era un altro l’obiettivo iniziale, ad inizio torneo. Si puntava alla salvezza in girone, invece, grazie agli innesti tecnici e alla guida competente di mister Greco, che ha saputo amalgamare giovani e giocatori più esperti, non solo sono arrivati i punti del record storico in serie D, ma anche la fase post season. E tutto ha girato intorno alla forza del gruppo. Lo sottolinea Alfonso Greco: “Un gruppo vero e sempre disponibile, sin dal primo giorno. Cresciuto sempre più, con il prosieguo della stagione”.

Apre la partita, il gol in rovesciata di Roberti. Tanti tentativi poi arrivati per il 2 a 0. Calveri e Vano protagonisti

Dopo il gol di Roberti, sono arrivate altre opportunità ghiotte, per allungare sul Rieti, senza lieto fine. Il tiro di Calveri è finito alto, su punizione calciata da Bellini e la girata di Vano poi, dopo i 25’ iniziali, ha trovato il suo epilogo, oltre la traversa. Un contropiede importante poi arrivato al 37’, cominciato da Martorelli sulla tre quarti, non ha avuto il finale sperato, dopo che Bellini, ricevuta palla dal difensore biancoviola, ha messo per Calveri, che lanciando a rete, ha centrato i guantoni di Kucich. Ancora il numero 7 lidense, dal fondo, crossava per Roberti che veniva intercettato. Sugli sviluppi dell’angolo dei gabbiani, alla destra del portiere del Rieti, ancora lo scambio tra Calveri e Roberti non ha trovato concretezza. Prima della chiusura dei primi 45 minuti, Catese ed ancora Calveri venivano fermati dagli avversari, con due falli, in zona sensibile destinazione porta. E sulla punizione, calciata da Colantoni, direzione area di rigore del Rieti, Martorelli di testa mandava alto.

Al secondo tempo, i padroni di casa allungano, fino alla vittoria finale

Al rientro in campo, era il Rieti a guidare le danze e nel giro di 10 minuti, ha messo a segno i primi due gol. Scotto saltava di testa, su passaggio di Valeri e trovava il vantaggio dei padroni di casa. Al 5’ della ripresa, risultato di 1 a 1, in campo. Tre minuti più tardi, lo stesso Scotto ha proseguito la rimonta dei sabini. Recuperava palla, il numero 9 reatino e al limite dell’area, metteva un cross vincente per il primo gol personale di Marcheggiani. Il 2 a 1 è giunto perentorio, gelando le speranze dell’Ostiamare: “Sono stati fatali quei 10 minuti”. Ha commentato mister Greco in sala stampa ed il sorpasso al 28’, ai danni dei ragazzi biancoviola, ha allungato la strada da recuperare: “Sul vantaggio trovato, ha giocato la qualità del Rieti. Il rammarico è quello”. Ha descritto poi, la partita di Ostia, l’allenatore lidense: “Non siamo riusciti a tenere questa reazione, che c’aspettavamo”. Alla mezz’ora del secondo tempo, il Rieti ha messo il sigillo di chiusura, su una vittoria preziosa, destinazione finale play off. Il colpo di tacco di Scotto, per Valeri, ha permesso a quest’ultimo di crossare per Marcheggiani, che ha firmato il suo secondo gol in partita e segnare il 3 a 1.

L’Ostiamare ci prova fino alla fine, ma è il Rieti a vincere

Hanno lottato fino all’ultimo contro gli assedi della formazione di casa, i gabbiani lidensi. Dopo il 2 a 1 dei padroni casa, Roberti crossava in area, cercando sia Vano che Calveri e quest’ultimo non agganciava il passaggio del compagno. Al 30’ del secondo tempo, entrava Attili al posto di Roberti e l’attacco di Ostia trovava alcune occasioni interessanti. Con il 20 sulla schiena, lo stesso Attili, dopo uno scambio con Belardelli, metteva per Vano, che in girata mandava alto. In seguito, dopo un’azione cominciata da Calveri, Vano passava per Attili che tentava il colpaccio a rete: “Ci tenevamo a far bella figura a Rieti – ha ribadito Greco – resta sempre il rammarico, quando si perde”. Ha aggiunto. Commentando la conquista del secondo turno play off, da parte degli avversari, ha concluso : “Faccio i miei in bocca al lupo al Rieti, per questa finale”.

Le dichiarazioni del presidente dell’Ostiamare, Luigi Lardone. I ringraziamenti ai suoi ragazzi e il desiderio di continuare la collaborazione con mister Greco

Anche il presidente dell’Ostiamare, Luigi Lardone, ha voluto esprimere il suo pensiero. Lo ha fatto nell’intervista post gara, a cura di Riccardo Troiani, dell’Ufficio Stampa dell’Ostiamare. Direttamente sul campo dello Scopigno, la prima figura della società lidense, che ad inizio gara ha ricevuto un omaggio dal presidente del Rieti, ha parlato del campionato e della partita appena trascorsa: “E’ stata una gara, che ci ha visto uscire a testa alta. Abbiamo combattuto, sin quando abbiamo potuto. Ce la siamo giocata, abbastanza bene”. E’ stato un torneo da incorniciare, secondo il presidente e lui lo commenta in questo modo: “Un’ottima stagione, sicuramente. La migliore, da quando sono all’Ostiamare.

Ci sono stati risultati, molto al di sopra delle nostre aspettative”. Dedica alcune parole, anche ai giovani, che hanno impreziosito la cavalcata verso i play off:  “Abbiamo avuto una crescita esponenziale di tanti ragazzi che sono partiti in punta di piedi ed a fine stagione, sono diventati protagonisti”. Tornando alla partita con il Rieti, commenta quei minuti fatali, in cui i suoi ragazzi non sono riusciti a prevalere in campo, subendo i gol dei reatini: “C’è stato questo black – out di alcuni minuti, in cui non siamo riusciti a ripartire. Abbiamo perso la testa. I due gol c’hanno tagliato le gambe”. Ma il presidente si sente di ringraziare tutti i giocatori, per ciò che hanno saputo costruire in stagione: “Non ho nulla da dire ai ragazzi. Secondo me, hanno giocato benissimo sia questa partita, che tutto il campionato. Ho fatto loro i complimenti e continuo a farli. Spero che, gran parte di questo gruppo, se non tutti, possa restare con noi”. Arrivano anche alcune parole per il mister. Si augura che Alfonso Greco, come sembra essere, possa restare nei piani societari e non solo per il prossimo anno: “Penso che prosegua la nostra collaborazione e non solo, per il prossimo anno”.

Rieti (3-5-2) Kucich 6,5; Biondi 6, Bianchi 6,5, Di Bari 6 (41’ st Bassini sv); Tiraferri 6, Masala 7, Tirelli 7 (36’ st Luciani sv), Casini 7,5, Valeri 6,5; Scotto 8 (45’ st Preti), Marcheggiani 7,5. All. Paris. A disp: Scaramuzzino, Dalmazzi, Belvisi, Trillò, Demartis, Camilli.

Ostiamare (3-5-2) Quattrotto 5,5; Piroli 5, Martorelli 5, Colantoni 5; Belardelli 6 (34’ st Coco sv), Bellini 5, Catese 5,5 (44’ st Ferrari sv), D’Astolfo 6, Calveri 5,5; Vano 4,5, Roberti 6,5 (30’ st Attili sv). All. Greco. A disp: Barrago, Pedone, Vecchiotti, Dioguardi, Passamonti, Olivetti.

Arbitro: Clerico di Torino

Reti: 11’ pt Roberti, 4’ st Scotto, 7’ st e 29’ st Marcheggiani.

Note: espulso al 37’ st Vano per doppia ammonizone; ammoniti Colantoni e Piroli. Recupero 2’-4’; angoli 6-4. Spettatori 400 circa di cui 50 da Ostia

Foto : Claudio Spadolini