Seguici su

Cerca nel sito

#SanFelice, Stefano Capponi presenta il suo programma elettorale

Il candidato si dice soddisfatto della proposte stese insieme alla sua squadra.

#SanFelice, Stefano Capponi presenta il suo programma elettorale

Il Faro on line – “Sono veramente orgoglioso delle proposte che abbiamo steso insieme alla mia squadra – spiega Capponi –.

Si tratta di un lavoro capillare iniziato da molti anni, di larga condivisione, sviluppato punto per punto con i miei aspiranti consiglieri comunali, attento alle esigenze degli abitanti e del territorio del Circeo.

Un programma che fa leva sulle grandi capacità delle nostre risorse umane e sulla spettacolare natura in cui siamo avvolti. Perché avere un progetto significa aver identificato un obiettivo e ben determinato un piano per il suo raggiungimento.”

Insieme per il Circeo” – continua il candidato Capponi – si propone all’elettorato in maniera semplice e concreta, perché idee e progetti devono viaggiare all’unisono in una dimensione razionale e soprattutto realizzabile.

Basterebbe riuscire a sfruttare seriamente le risorse naturali, culturali, archeologiche e agricole già presenti sul territorio, per promuovere il turismo, l’agricoltura e lo sviluppo del paese.

Basterebbe credere veramente nei giovani, che sono il futuro del paese e dare loro possibilità e fiducia per trovare quella forza, quella tenacia ma soprattutto quella nuova linfa per cambiare le cose nel loro come nell’interesse di tutti.”

Nel programma di governo di “Insieme per il Circeo” non verranno trascurati progetti importanti che da tempo vengono presentati e mai portati a termine, anzi a essi sarà dedicato un serio studio di fattibilità e un concreto impegno di realizzazione.

“Mi preme sottolineare – continua Capponi – che nel nostro programma, a differenza di altri, c’è un preciso paragrafo che parla anche di politiche tributarie e di bilancio.

Abbiamo idea di rimodulare le aliquote Irpef e non solo, ridurremmo anche la Tari, perché il bilancio deve essere in pareggio, tanto deve essere l’entrata e tanto l’uscita.

Attraverso un discorso di controllo e seguendo il principio dell’equità probabilmente riusciremo a pagare tutti e a pagare tutti di meno. C’è una cosa particolare che mi preme mettere in evidenza ed è il bilancio partecipato.

Ovvero per quanto riguarda le risorse disponibili del Comune ci sarà un momento di confronto annuale con i cittadini in cui illustrare preventivamente come intendiamo investire le risorse comunali e i progetti da promuovere, ancora più importante sarà ascoltare preventivamente suggerimenti e proposte.”

“Gran parte delle energie – chiude Capponi – e dello sforzo del nostro gruppo saranno rivolti a sfruttare nel modo migliore quel gran potenziale già esistente, che è proprio del nostro Paese e dei suoi abitanti. Vogliamo una politica di più fatti e meno promesse.”

Tra i punti sviluppati nel programma:

– Istituzione di un tavolo permanente del Turismo (per rimodulare l’offerta, potenziare i turismi già esistenti e portare alla luce le nicchie di mercato legate alla natura, alla cultura e al mare)

– Promozione del grande patrimonio storico (Grotta di Neanderthal, Mura Ciclopiche, Torri Medievali…) con la costruzione di un museo a cielo aperto;

– Soddisfare i bisogni e le aspettative della categoria balneare

– Istituzione di un Ufficio Agrario che funzionerà come Sportello Unico dell’Agricoltura;

– Potenziare le attività commerciali esistenti soprattutto venendo incontro alle attività che svolgono il proprio lavoro in maniera continuativa tutto l’anno e non in maniera stagionale e promuovendo anche la nuova occupazione;

– Incentivare e promuovere l’impresa l’associazionismo giovanile, coinvolgendo i ragazzi nella gestione amministrativa del Comune (Forum dei Giovani, Sportello informa giovani e informa lavoro…)

– Migliorare la qualità della vita delle persone anziane.