Seguici su

Cerca nel sito

Filippo Tortu fa 10.15 sui 100 metri, con nuovo record personale in pista, ‘Una gioia incontenibile!’

A Savona, la freccia gialloverde migliora di 4 centesimi, il suo primato precedente di 10.19 e ringrazia amici e famiglia. Sogna i Mondiali di Londra e prima c’è il Golden Gala di Roma ..

Filippo Tortu fa 10.15 sui 100 metri, con nuovo record personale in pista, ‘Una gioia incontenibile!’

Il Faro on line – Corre insieme a Filippo Tortu, l’emozione sui suoi 100 metri del cuore. Si è aperta dunque, la sua tanto attesa stagione all’aperto per lui e lo ha fatto nel migliore dei modi. Il vicecampione mondiale under 20 e tricolore assoluto ha rotto il muro del suo record personale, al 6° Meeting Internazionale di Savona.

Non si arrestano i primati per lui. Scala le liste stagionali e si pone al vertice di quelle giovanili, mondiali

Il tempo sul traguardo, fermato dal fenomeno gialloverde, è stato di 10.15. Primato italiano junior dei 100, con l’onore di essere il sesto sprinter italiano di sempre, a livello assoluto. Con gambe, cuore e velocità, condite da un grande orgoglio targato Fiamme Gialle, sale fino all’ottavo posto Filippo, delle liste stagionali assolute ed anche al vertice, di quelle under 20. Non ha neanche 20 anni Tortu e il futuro sembra essere, sempre più luminoso per un ragazzo che in pista, macina tempi da record e cronometri pazzeschi.

Dopo il Golden Gala di Roma, i Mondiali di Londra. Ma prima, ci sono quei 3 centesimi da abbattere ..

Il tempo conquistato a Savona sta a più tre, dai Mondiali di Londra. Infatti, lo standard di iscrizione per la competizione londinese del mese di agosto, è di 10.12 e Filippo prima di allora, parteciperà a due appuntamenti importanti. Con in tasca, il secondo posto delle graduatorie mondiali di categoria, potrà sfruttare un’occasione ghiotta, il prossimo 4 giugno e sarà lui stesso, la freccia che dovrà essere scagliata, direzione Mondiali assoluti. Ci sarà un’altra uscita sui 100, al Gavardo Meeting e Filippo potrebbe staccare il pass per l’Inghilterra. Ma non sarà l’unica, questa, l’emozione che Tortu potrà vivere nel giro di sette giorni. Correrà al Golden Gala Pietro Mennea. Non lo ha mai fatto a questo evento e lo aspetta con grande trepidazione: “Deve essere un’emozione fantastica!”. Ha dichiarato, come riportato dal sito ufficiale della Fidal.

Un crono inaspettato a Savona. Migliorato il suo precedente record personale

Intanto, la felicità di aver ottenuto un tempo così importante a Savona, trabocca dalle sue parole: “Questo 10.15 è uno dei pochi tempi inaspettati, della mia carriera. E’ una gioia incontenibile!”. Non aspettava il record ottenuto sui 100: “Non credevo di farlo”. Ha sottolineato ancora Filippo. Ed il primato conquistato è stato quello di meno 4, dal suo stesso record stabilito in semifinale, agli Europei di Amsterdam nel 2016. Racconta, il vicecampione mondiale sui 100 junior, la gara di Savona: “Sono partito male in batteria ed in finale avevo voglia di riscattarmi. Dai 40 metri in poi, sono riuscito a passare in testa”.

Come Livio Berruti, Tortu correrà a Roma, i 200 metri

Al Golden Gala di Roma, Tortu non batterà i 100, ma potrà realizzare il suo sogno di correre ancora, i suoi straordinari 200 metri, come fece anche Livio Berruti, alle Olimpiadi romane. Sarà probabilmente un momento importante per il giovane sprinter azzurro, che in Berruti, ha sempre visto il suo modello da imitare. Lo disse ad Il Faro on line, nella sua intervista rilasciata, lo scorso mese di marzo ed ecco che a Roma, potrà accarezzare la curva della pista e partire a bomba, verso il traguardo: “Non so cosa aspettarmi. Di certo, non vedo l’ora – ha detto Filippo, sul sito della Fidal, continuando – è tanto tempo che non corro questa distanza .. chissà, l’8 giugno a me, cosa dirà il cronometro..”.

Obiettivo Mondiali di Londra.. servono solo 10.12 ..

Cresce allora l’attesa. E mentre si stanno per accendere le luci allo Stadio Olimpico, per la tappa romana della Diamond League, una stella già brilla nel firmamento dell’atletica leggera italiana. E lo fa ancora, dopo le sue strabilianti gare corse, negli scorsi mesi. Filippo è pronto a sfrecciare, destinazione meno tre centesimi, dal 10.15, per correre oltre la Manica, ai prossimi Mondiali di Londra.