Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Golden Gala 2017, parata di stelle allo Stadio Olimpico, il prossimo 8 giugno

Dal mezzofondo, fino ai 100 metri, i campioni olimpici e mondiali. I migliori del pianeta. Nel salto in lungo, torna Andrew Howe. Filippo Tortu corre i 200 metri

Golden Gala 2017, parata di stelle allo Stadio Olimpico, il prossimo 8 giugno

Il Faro on line – Una scia di stelle e tutte olimpiche, della regina degli sport, al prossimo ed imminente Golden Gala Pietro Mennea 2017. Il Meeting annuale della Iaaf, organizzato da Fidal e Coni Servizi, si svolgerà allo Stadio Olimpico, la sera dell’8 giugno, facendo tappa a Roma.

Nel 1987, la prima edizione a Roma

Saranno presenti i grandi dell’atletica leggera mondiale. Tutti i più forti campioni del pianeta, si sfideranno sulla pista romana e sotto al cielo italiano, accendendo passione ed entusiasmo. Lo fanno da già 30 anni, quando nel 1987, la prima edizione del Golden Gala vide la luce, grazie all’idea di Primo Nebiolo.

4 podi di Rio 2016, in pista allo Stadio Olimpico

Brilleranno 119 medaglie e di tutte le specialità, conquistate in edizioni memorabili di Mondiali, Europei ed anche di Olimpiadi. E per quelle di Rio 2016, saranno presenti ben 36 medaglie e 4 atleti, che hanno messo al collo, l’alloro a Cinque Cerchi. Si daranno battaglia, 44 iridati, in carica, sia indoor che outdoor, insieme a 58 medaglie europee.

Merritt, Dibaba, Ayana nel mezzofondo. Gutlin e Vicaut sfrecceranno sui 100 metri. Howe nel salto in alto

La parata di stelle comincerà con Aires Merritt che gareggerà nei 110hs ed al femminile, la sfida tra Genzebe Dibaba ed Almaz Ayana trascinerà gli appassionati, a seguire i 5000 metri. Con loro, scenderanno in pista anche tre primatisti continentali, come Dafne Schippers, la donna europea più veloce e rivelazione delle ultime competizioni internazionali, sui 200 metri, che è pronta a vincere il Meeting romano, da campionessa mondiale. L’olandese sarà allo start dei 100. Stessa specialità in cui correrà anche Jimmy Vicaut, il velocista francese che partirà sotto la Monte Mario per sfidare, il vincitore delle ultime 4 edizioni del Golden Gala, Justin Gutlin, che ha conquistato i suoi 100 metri, anche nel 2013, quando ha sconfitto Usain Bolt. La britannica Laura Muir, primatista europea dei 3000 indoor, si prepara invece a correre i 1500 contro Faith Kipyegon e Sifan Hassan, campionessa mondiale in sala. Occhi puntati anche dalla Tribuna Tevere, da dove i tifosi dell’atletica azzurra potranno spingere Andrew Howe a saltare un po’ più in là. Lo farà nel salto in lungo azzurro e allenato in pista, dal bronzo di Londra 2012 e vicecampione europeo in carica, indoor, nel salto triplo, Fabrizio Donato.

Filippo Tortu e Christophe Lamaitre sui 200 metri. Il dio del giavellotto, Thomas Roller protagonista sul prato romano

Nei 200 metri maschili, è attesa la sfida tra il giovane e vicecampione mondiale under 20, fresco di primato italiano sui 100 metri, con 10.15, Filippo Tortu e al bronzo olimpico Christophe Lamaitre. Con loro, ci sarà anche la baby canadese Candace Hill, che a soli 18 anni, si lancerà nel mezzo gira di pista, nella gara femminile. L’olimpionico tedesco del giavellotto, Thomas Roller parteciperà alla sua gara sul prato dello Stadio Olimpico, lanciando il suo attrezzo direzione primo posto. Thomas è il secondo uomo nel mondo, con i suoi quasi 94 metri toccati, a Doha. Nel salto in alto donne, tornano all’Olimpico Ruth Beitia, Blanka Vlasic, Chauntè Lowe e l’azzurra Alessia Trost.

Prima del Meeting, il Palio dei Comuni. Lo scorso anno, vinto dal X Municipio

Le gare serali saranno anticipate dalla gara giovanile dello staffettone del Palio dei Comuni, che sin dal pomeriggio dell’8, riempirà la pista dello Stadio Olimpico. I ragazzi di tutte le città d’Italia si sfideranno sotto gli occhi dei campioni del Golden Gala e dei tantissimi appassionati, che come ogni anno, potranno assistere ad uno spettacolo straordinario.

119 medaglie e tutte pronte ad emozionare

Sale l’emozione allora, per una manifestazione che ogni anno arriva a Roma e lascia sorrisi ed entusiasmo, nei cuori di chi con passione, la segue. E le 119 medaglie olimpiche saranno lì, per vincere il podio della 37esima edizione del Meeting della Diamond League.

Foto : Fidal