Seguici su

Cerca nel sito

#Fiumicino, Ferreri ‘Strade non comunali in pessimo stato, ma aperte al pubblico, mettono a rischio la sicurezza dei cittadini’ foto

Il Capogruppo Cal: "Alcune situazioni sono state più volte segnalate agli Uffici dei Lavori Pubblici, ottenendo in merito al ripristino risposte negative"

#Fiumicino, Ferreri ‘Strade non comunali in pessimo stato, ma aperte al pubblico, mettono a rischio la sicurezza dei cittadini’

Il Faro on line – “Mentre confermiamo il nostro comunicato  ‘Via Il Consorzio di Bonifica da Isola Sacra’, uno dei tanti Enti che hanno competenza su strade e zone situate sul nostro territorio e che riteniamo continui a creare solo quella burocrazia che impedisce all ‘Amministrazione Comunale  di poter agire sul territorio in modo concreto e veloce, vogliamo  evidenziare alcune segnalazioni di pericolo che ci sono pervenute” – lo dichiara in una nota Maurizio Ferreri, capogruppo di Comune Autonomia Libertà di Fiumicino.

Ci riferiamo a via Costalunga, via del Faro e via Gino Trainotti. Il cattivo stato delle strade “non comunali” aperte al pubblico transito continua a mettere in serio pericolo, l’incolumità personale di chi vi transita e di chi vi risiede.

Vogliamo aggiungere anche  la segnalazione inerente a via Dente del Pasubio, ormai chiusa da mesi per il dissesto del manto stradale. Una strada “non comunale” di Isola Sacra aperta al pubblico transito, che continua però a rimanere chiusa creando problemi alla viabilità della zona.

Alcune di queste situazioni di pericolo dovute alla mancanza ed al cattivo stato del manto stradale sono state più volte segnalate agli Uffici dei Lavori Pubblici, ottenendo in merito al ripristino risposte negative, in quanto strade “non comunali” e quindi non a carico degli uffici.

Vogliamo però continuare ad  evidenziare  che l’Amministrazione Comunale a prescindere dalla proprietà  delle strade aperte al pubblico transito, rimane  responsabile della sicurezza delle stesse.(vedi Corte di Cassazione, sez. VI Civile – 3, nell’ordinanza 3 novembre 2016 – 7 febbraio 2017, n. 3216)” – conclude Ferreri.