Seguici su

Cerca nel sito

#Fiumicino, Ferreri ‘No a un sito di trasferenza in via Monte Solarolo’ foto

Il Capogruppo Cal: "Non riteniamo adatta allo scopo l'area in questione in quanto adiacente alle abitazioni ed ad un parco giochi per bambini".

#Fiumicino, Ferreri ‘No ad un sito di trasferenza in via Monte Solarolo’

Il Faro on line – “Non condividiamo la scelta dell’Assessorato all’Ambiente, quello  di dedicare un’area comunale destinata a servizi pubblici al deposito temporaneo di materiale proveniente dalle operazioni di manutenzione del verde”. Lo dichiara Maurizio Ferreri, capogruppo di Comune Autonomia Libertà Fiumicino

“Il nostro dissenso nasce principalmente dalla posizione dell’area. Non la riteniamo adatta allo scopo in quanto adiacente alle abitazioni ed ad un parco giochi dei bambini.

Abbiamo saputo solo dopo aver agito per la messa in sicurezza dell’area, tramite ordinanza del sindaco, che chiedeva la rimozione del recinto in quanto pericoloso per l’incolumità dei bambini, che la stessa  era stata concessa alla società Srl come sito di trasferenza.

Una concessione – prosegue Ferreri – su cui peraltro vengono riportate delle  regole  sull’uso dell’area e ci domandiamo, considerato quanto abbiamo riscontrato nel tempo, chi sta controllando che queste regole  vengano applicate.

Da tempo abbiamo chiesto la messa in sicurezza e la pulitura dell’area in quanto adiacente parco giochi ed oggi ci ritroviamo con un nuovo recinto e materiali come sfalci potature rami etc. gettati in terra da giorni. Tutto secondo le regole vigenti? Molti dubbi e per questo abbiamo chiesto l’intervento della Polizia Locale.

Chiederemo nelle opportune sedi anche chi si è fatto carico della spesa del nuovo recinto, dotato peraltro di un cancello non certo a norma e che riteniamo  pericoloso per l’incolumità di chi vi transita, soprattutto dei bambini.

Noi di Comune Autonomia Libertà ribadiamo  il nostro No ad un sito di trasferenza, in un area adiacente alle abitazioni, chiediamo la revoca della concessione e che l’area rimanga aperta e resa disponibile alla comunità.

Chiediamo un intervento diretto del Sindaco per trovare una soluzione alternativa” – conclude il Capogruppo Cal.