Seguici su

Cerca nel sito

#Fiumicino, un ingegnere informatico potrebbe entrare nei vostri giardini… foto

Enza Maradei: "Detesto vedere la frutta marcia a terra. La raccolgo io e ci faccio la marmellata da dare in beneficenza".

#Fiumicino, un ingegnere informatico potrebbe entrare nei vostri giardini…

Il Faro on line – “Non vi chiedo altro che aprire il vostro giardino e lasciarmi lì a raccogliere” – queste le parole di Enza Maradei, la raccoglitrice ufficiale di frutta per la zona di Fiumicino.

Un’operaia che offre il suo lavoro a ore? Una tutto fare che cerca di raccimolare qualche spicciolo? Niente di tutto ciò.

La signora Maradei è un affermato ingegnere che svolge la sua attività presso una rinomata multinazionale dell’informatica. E allora perchè andare di casa in casa a raccogliere la frutta nei giardini di perfetti sconosciuti rischiando, nella migliore delle ipotesi qualche improperio?

La risposta a tutte queste domande è: l’amore verso il prossimo. L’idea è quella di raccogliere la frutta inutilizzata dai legittimi proprietari delle piante per farne della marmellata da donare ai più bisognosi.

Credo che la vocazione a fare del bene verso i propri simili, soprattutto i più indifesi, sia in ognuno di noi. Quel che cambia è poi il tempo e la possibilità di dedicarsi effettivamente, ed io credo di avere il privilegio di poter fare qualcosa di buono per gli altri e la responsabilità verso questo privilegio che mi è stato donato” –  afferma Enza.

E nessuno pensi che dietro questa donna ci sia un’associazione o una qualsivoglia struttura, Enza è animata “solo” da passione e buona volontà, ricevendo l’aiuto del compagno e dei familiari più stretti.

Certo ci vuole molto lavoro ma noi ci mettiamo molta passione! Siamo volontari praticamente da sempre” – aggiunge la donna con quell’espressione tipica di chi è pervaso dall’amore che dona.

Ovviamente per confezionare la marmellata servono anche una cucina ben attrezzata, dello zucchero e dei barattoli di vetro che Enza compra a sue spese. “I barattoli che utilizziamo sono tutti di vetro, nuovi e vengono sterilizzati” – ci tiene a precisare.

“Chi riceverà la marmellata nel pacco alimentare oltre che un alimento sarà destinatario di un grande gesto d’amore” – continua. Perchè Enza è già in contatto con diverse parrocchie della zona, per donare il frutto del suo lavoro (è il caso di dirlo) ai più bisognosi e indifesi. Poveri, anziani, disoccupati potranno addolcire un po’ le loro vite grazie a questa originale iniziativa.

Ma l’aspetto che colpisce in questa vicenda non è solo l’atto di generosità o la modalità con il quale si concretizza ma è l’ingenuità di Enza nel scrivere in un post su facebook “amici di Fiumicino, aiutatemi, apritemi le porte di casa vostra”.

Ora, non serve essere degli hackers per sapere che i post sui social sono di tutt’altro sapore: rapine, truffe, falsi operai della società elettrica.

Enza invece no, non ci pensa proprio al fatto che qualcuno potrebbe nutrire qualche dubbio sulla sua bontà d’animo. “Non credo che al mondo esistano persone cattive ma solo persone che hanno sofferto – continua la Raccoglitrice. Diverse persone mi hanno contattato per darmi delle dritte. Domani il mio obiettivo è un albero di albicocche in via Valderoa, ovviamente se il legittimo proprietario non le raccoglie e se mi consentirà di farlo”.

Poi Enza con gli occhi pieni di entusiasmo pone sul tavolo un barattolo in vetro ricolmo di una marmellata rossa.

Ieri abbiamo recuperato da un giardino 5 kili di amarene, il proprietario diceva che tanto non le avrebbero mangiate neanche gli uccelli e invece ci abbiamo ricavato della ottima marmellata!” – afferma soddisfatta.

Una vocazione al volontariato quella di Enza che esplode anche sul luogo di lavoro. Ci racconta che nella società per la quale lavora ogni ingegnere è “schedato” nel senso che le sue attitudini sono sommariamente descritte e annotate.

Enunciati del tipo “ottimo skill sap bw e buone competenze manageriali”, “Buono skill sap bc e ottime competenze di gestione del cliente” mettono nero su bianco le capacità dei tecnici informatici.

La scheda valutativa di Enza? “Spicca per entusiasmo e generosità”.