Seguici su

Cerca nel sito

Comune Autonomia Libertà #Fiumicino ‘stralcio del ponte sul Tevere, un vero problema’

Il Direttivo: "Un atto grave che penalizzerà tutto il quadrante Sud Ovest della Città di Roma".

Comune Autonomia Libertà #Fiumicino ‘stralcio del ponte sul Tevere, un vero problema’

Il Faro on line – “Ha ragione il nostro assessore all’Urbanistica Ezio Di Genesio Pagliuca che ha appreso con molto stupore “lo stralcio del ponte sul Tevere” dal progetto del nuovo stadio della Roma”, così in una nota il direttivo di Comune Autonomia Libertà Fiumicino.

“L’Assessore, come si legge da vari quotidiani locali, denuncia questo stralcio come un atto grave che penalizzerà tutto il quadrante Sud Ovest della Città di Roma. Un vero problema – sottolinea la nota – quello evidenziato dal nostro assessore, ma non è il solo problema”.

“Esiste anche una questione di costume giuridico in merito ai vincoli presenti sull’area scelta per la costruzione dello stadio. Vincoli idrogeologici  molto più “pesanti” di quelli posti (o meglio imposti) su Isola Sacra o, forse, questi non ci sono più?”, domanda il Direttivo.

“È bastata la sola diminuzione della volumetria per superare tutti i vincoli presenti nell’area dove deve sorgere il nuovo Stadio della Roma?” – aggiunge Comune Autonomia Libertà Fiumicino.

“Isola Sacra, dove sono stati eseguiti lavori imposti dall’Autorità di Bacino – come il nuovo molo e la costruzione ancora in atto di un enorme costoso serpentone denominato “Argine ” –  dovrà pagare lo scotto di altri nuovi vincoli imposti senza alcuna giustificazione scientifica e storica?”, prosegue la nota.

“Dove andrà a finire la nostra economia se continua a essere gestita da una burocrazia vincolata? Nel 2016 abbiamo scritto e fatto circolare un pamphlet dal titolo “La grande convetion”, dove vengono riportati temi riguardanti lo sviluppo del settore ovest di Roma e di tutta la costa da Civitavecchia a Gaeta”, scrive il Direttivo.

L’eliminazione degli ostacoli frapposti dalla nostra assurda ed eccessiva legislazione ci permetterebbe di creare economia, posti di lavoro e migliorare la qualità della vita dei residenti”, prosegue la nota.

“Siamo convinti – sottolinea il Direttivo – che la città di Fiumicino deve partecipare al progetto del nuovo Stadio della Roma e dando chiare e precise indicazioni sulla viabilità che interessa il nostro territorio, considerando collegamenti con l’Aeroporto L. Da Vinci e sull’uso del sacro Tevere”.

“A volte – conclude il Direttivo – ci si stanca di scrivere sugli stessi argomenti; chi dovrebbe agire, o non legge o se legge, fa finta di non aver capito”.