Seguici su

Cerca nel sito

Filippo Tortu, ‘Non sono intenzionato a terminare adesso la stagione, il meglio deve ancora venire’

In un messaggio diffuso sui social, il primatista italiano sui 100 metri parla del suo momento, dopo l’infortunio alla caviglia. E come lui dice, la sua sfolgorante carriera è solo all’inizio

Filippo Tortu, ‘Non sono intenzionato a terminare adesso la stagione, il meglio deve ancora venire’

Il Faro on line – In attesa degli esiti degli esami, che decreteranno il futuro della stagione sportiva all’aperto, Filippo Tortu scrive il suo personale, sulla sua pagina ufficiale di instagram.

Con gesso avvolgente fino al ginocchio, sulla gamba sinistra, il vicecampione mondiale dei 100 metri, nella categoria degli under 20, comunica la sua situazione atletica. L’infortunio avuto alla caviglia, post Golden Gala dello scorso giovedì sera, ha costretto il primatista dei 100, su base italiana, a dover stare lontano dalla pista, per qualche giorno. Non si sa, se sarà un periodo breve o lungo. Lui si augura che tra una settimana, quando tornerà a Roma per i controlli, possa ricominciare la riabilitazione, per tornare presto in pista: “E’ semplice affrontare questo infortunio, con il sorriso sulle labbra – dice Tortu, nel suo post – lo è grazie, al sostegno dei miei familiari e amici. Insieme ai vostri numerosi messaggi”.

Sono tantissimi quelli ricevuti nelle ultime ore. Stanno aumentando gli estimatori del nuovo Mennea. Sembra girare questa voce, dopo la grande prestazione al Meeting romano della Diamond League. Quella sua uscita dalla curva ha colpito cuori ed esperti della velocità e Filippo in pista ha dato del filo da torcere ai campioni olimpici di Rio, nella 200, De Grasse e Lamaitre: “Un ringraziamento speciale – continua a scrivere, il quarto arrivato sul traguardo, al Golden Gala – va però, a mio fratello, al mio manager, Marcello Magnani, al team medico della Fidal e alle Fiamme Gialle”. E’ protetto e coccolato, il campione italiano dei 100 metri. Tra pochi giorni, compirà 19 anni e desidera scendere in pista, ai Mondiali di agosto : “Mio padre ed io non siamo sicuramente intenzionati a far finire la stagione adesso. Siamo convinti, che il meglio debba ancora venire”.

E non è l’unico a pensarla, in questo modo, Filippo. Gli addetti ai lavori e gli innamorati della velocità sentono che Tortu potrà diventare uno dei migliori al mondo, nei 100 e nei 200 metri. E che la sua carriera sarà onorata da una grande scia di medaglie importanti: “Siamo solo all’inizio!”. Conclude, nel suo post.

E quei 20.34, conquistati sul traguardo, sotto la Monte Mario, nella quarta tappa della Diamond League 2017, lo hanno bollato. Tra sette giorni, Filippo saprà e tutti i suoi tifosi sperano che torni presto, a farli emozionare, uscendo dalla curva, a mazzafionda, destinazione traguardo. Ed ancora, con il sorriso addosso.