Seguici su

Cerca nel sito

Scherma, Daniele Garozzo conquista il titolo europeo, ‘Ho dato tutto, vincendo anche le difficoltà fisiche’

In pedana, in finale e non solo contro Safin, ma anche contro il mal di gola. Alla fine, il campione olimpico trionfa e porta a casa, il suo primo titolo continentale. Bronzo per Avola e argento la Gregorio

Scherma, Daniele Garozzo conquista il titolo europeo, ‘Ho dato tutto, vincendo anche le difficoltà fisiche’

Il Faro on line – Trionfa anche in Europa, Daniele. E nel giro di un anno, mette in bacheca due medaglie d’oro, di elevato prestigio internazionale. Non solo quella dorata del titolo olimpico, arrivata quasi 12 mesi fa dal Brasile, ma anche quella continentale. Quella che lo prende per mano e lo fa salire, sul gradino più alto del podio, in Europa.

L’ha strappata all’abituale avversario russo, degli italiani. Spesso, le due nazioni si incontrano in finale e spesso, l’Italia vince. Lo ha fatto anche questo pomeriggio, a Tbilisi, in Georgia. Agli Europei Assoluti di scherma, in svolgimento fino al 17 giugno, il campione olimpico azzurro ha vinto l’oro, nel suo fioretto individuale e lo ha messo al collo, dopo aver superato, il campione europeo uscente e bronzo a Cinque Cerchi a Rio 2016, Timur Safin. Il punteggio, di 15 a 12, ha consegnato la medaglia del titolo a Daniele, che fa collezione piena.

L’atleta del II Nucleo delle Fiamme Gialle, aggiunge il titolo europeo a quello olimpico e lo appoggia accanto, a quello mondiale, vinto però nella specialità a squadre, nel 2015 e sempre in terra, russa. Quella di oggi, è la medaglia più importante che arriva dalla Nazionale di scherma, impegnata e al completo.

Non solo quello di Daniele, è stato l’alloro conquistato dagli azzurri, ma ad esso, si affiancano anche quelli conquistati da Giorgio Avola e Rossella Gregorio. Avola, nella stessa specialità di Daniele, con cui ha perso in un entusiasmante derby tricolore e gialloverde, in semifinale, ha ottenuto il bronzo individuale e la carabiniera Gregorio ha raggiunto il suo argento, dopo essersi battuta fino alla fine, con l’avversaria idolo di casa, Theodora Kakhiani. Tre medaglie allora per la delegazione azzurra che come in ogni competizione internazionale, fa incetta di metalli.

Quello dorato di Garozzo è il più splendente della prima giornata di questi Europei e lui lo commenta in questo modo: “Ho dato tutto e la soddisfazione è doppia, anche per questo – ha detto, come riportato dal sito ufficiale del Coni – sono stato capace di sopperire con la forza di volontà, alle difficoltà fisiche”. Erano i postumi di una tonsillite a dare fastidio, al campione olimpico in carica ed ora anche, campione continentale assoluto. Ma Daniele è riuscito a vincere anche, il suo stato di salute. Lo sport insegna. E la scherma, nel momento dell’en guard, trascina a dare al massimo, richiamando orgoglio e tanacia.

Ha vinto Daniele, salendo un po’ più su. Aggiungendo al titolo olimpico di Rio, di quasi un anno fa, anche quello europeo a Tbilisi. Garozzo tornerà in pedana, per la specialità a squadre, questo fine settimana, tentando di fare la storia e di vincere il titolo anche con i suoi compagni di fioretto azzurro. Domani intanto, sarà di scena la spada maschile e femminile ed ancora individuale. Tra gli atleti azzurri, imbracceranno le armi, Paolo Pizzo ed Arianna Errigo.

Foto : Augusto Bizzi