Seguici su

Cerca nel sito

I 50 anni della ‘Banda dei cuori solitari’

Paul Mc Cartney : ” E' toccante vedere, dopo tutto questo tempo, cosa significhi Pepper per tante persone"

Più informazioni su

I 50 anni della ‘Banda dei cuori solitari’

Il Faro on line – 1 Giugno 1967. Viene pubblicato un album destinato a stupire il mondo, inaugurando la cosiddetta Summer of love, una serie di eventi legati ai movimenti giovanili che si stavano opponendo ai valori tradizionali, proponendo nuovi ideali di pace amore e libertà.

Il mitico quartetto di Liverpool, i Beatles , con Sgt. Pepper’s lonely hearts club band produce un capolavoro rivoluzionario che è diventato l’album più celebrato di sempre. Una pietra preziosa del rock, un manifesto della controcultura dell’epoca, messaggero del “peace and love”.

Nel 1966, i Beatles decidono di sospendere la loro attività live, fatta di lunghi ed estenuanti tour, per poter produrre e creare qualcosa che avesse alzato ancor di più l’asticella della creatività artistica della band ed arrivare ad un risultato sconosciuto, una perla rara, uno scrigno di novità.

Da Paul Mc Cartney nasce l’idea di presentare la “banda dei cuori solitari del sergente Pepe”, una fantomatica banda militare di età edoardiana con la quale presentare il disco e riprodurre l’atmosfera di un concerto dal vivo. Dopo mesi di lavoro insieme anche al cosiddetto 5° Beatle, il leggendario produttore George Martin, ore infinite passate presso gli Abbey Road Studios (circa 400), nasce l’idea che Sgt. Pepper dovesse essere un concept album ( novità assoluta per l’epoca) su Liverpool e l’infanzia dei Fab Four.

John Lennon scrive Strawberry fields forever nel ricordo di un orfanotrofio che conobbe da bambino, dove sul cancello c’era scritto strawberry field. Paul scrive Penny Lane, nome della via dove aspettava il tram e guardava i negozi. I due pezzi storici però, non vengono inseriti nell’album per via di scelte commerciali dettate da esigenze di etichetta e pubblicati qualche mese prima nel febbraio del 67, come singolo con due lati A. George Martin , visti risultati del 45 giri dichiarò :” Il più grave errore della mia vita professionale”.

In Sgt. Pepper si supera l’immaginazione, il pensiero diventa sonoro ed i sogni dei quattro musicisti vengono scritti in musica. E’ stato un grandissimo gesto creativo anche dal punto di vista tecnico e di registrazione per l’epoca.
La copertina stessa fece sensazione. Creata da Peter Blake ,noto artista pop britannico, risulta un collage in cui i Beatles si mettono insieme ai loro personaggi simbolo, circa una settantina, davanti ai quali avrebbero voluto esibirsi. Talmente particolare da diventare uno dei prodotti più popolari creati dalla Pop-Art.

In occasione del cinquantennale di tutto questo, la città di Liverpool rende omaggio celebrando un periodo di eventi e festival che hanno preso il via lo scorso 25 Maggio e si concluderanno proprio il 16 Giugno con opere teatrali artistiche e concerti. Nei giorni scorsi è apparso un enorme murale che si ispira al brano Fixing Hale realizzato su una facciata di un palazzo dalla comunità artistica cittadina. Il sindaco di Liverpool Joe Anderson ha detto alla BBC: “ non stiamo mettendo i Beatles in gelatina, non vogliamo trasformarli in un parco a tema, ma vogliamo celebrare il luogo, la città che ha dato loro l’ispirazione per comporre questo capolavoro”.

Intanto Gill Martin, figlio dello storico produttore, ha riproposto una nuova edizione del disco in vari formati, remixato ovviamente con edizioni speciali e deluxe che è balzato in pochi giorni in testa alle classifiche di vendita in Gran Bretagna.

Paul Mc Cartney ha dichiarato :” E’ toccante vedere, dopo tutto questo tempo, cosa significhi Pepper per tante persone! “.

Credo che significhi semplicemente riscoperta di sentimenti, emozioni fondate sulla libertà e sulla condivisione, messaggi indelebili che i quattro ragazzi di Liverpool hanno lasciato al mondo moderno e alle sue nuove generazioni. Le stesse che hanno riportato in classifica Sgt. Pepper’s acquistandone le ristampe continuando a sventolare la bandiera della ‘banda dei cuori solitari’.

Più informazioni su