Seguici su

Cerca nel sito

Comune Autonomia e Libertà, ‘sulla questione Alitalia non possiamo, non dobbiamo e non vogliamo fermarci’

Il Direttivo Cal: "Chiediamo al sindaco Esterino Montino di non abbandonare la battaglia e di individuare una forma di lotta che convinca il Governo a seguirci sulla strada della salvezza di Alitalia"

Comune Autonomia e Libertà, ‘Sulla questione Alitalia non possiamo, non dobbiamo e non vogliamo fermarci’

Il Faro on line – “Finalmente! Da alcuni giorni in Tv vediamo la pubblicità di Alitalia. Ci siamo subito chiesto se è la pubblicità della ‘ripresa’, ossia del rilancio della nostra compagnia tout court, che mette fine ad una indecorosa e fallimentare gestione del nostro marchio, oppure si tratta semplicemente della ripresa della pubblicità, sperando di attrarre numerosi viaggiatori. In questo secondo caso il lancio pubblicitario è solo una delle attività promozionale dell’azienda” – si legge in un comunicato del Direttivo del Movimento Comune Autonomia e Libertà.

“Noi che abbiamo passato anni in Alitalia – continua il comunicato -, quando il numero dei dirigenti era veramente esiguo, ma di gran valore, siamo rimasti frastornati e inebetiti di fronte a tutte le ‘sperimentazioni ‘ che la politica ha voluto mettere in campo in questi tanti anni, che hanno finito per affossare la nostra compagnia aerea che, invece, con un’accorta politica di gestione fatta da uomini esperti del trasporto aereo, si sarebbe ripresa .

Ciò’ non e’ avvenuto: la politica ha sbagliato e lo sbaglio lo hanno pagato le migliaia di lavoratori del trasporto e dell’indotto. Famiglie sul lastrico dall’oggi al domani, tecnici ancora giovani e con tanta esperienza fuori per sempre dal circuito lavorativo; cittadini che non se la passano bene, ma che hanno dovuto sostenere il peso veramente gravoso di casse integrazioni e di figli … in casa.

E la politica che fa? – Niente! Gioca a rimpiattino. Sembra che il Governo ha deciso che Alitalia deve scomparire.La si venda tutta intera o un pezzo per volta, non importa. E non interessano neppure le soluzioni offerte dal Consiglio Comunale della città di Fiumicino”.

“I consigli comunali.. Bah! Si occupino delle proprie questioni.. A quelle importanti ci pensa il governo. Solo che noi siamo convinti che le soluzioni proposte dal Consiglio Comunale di Fiumicino sono serie e risolutive, la posizione dei Ministri del Governo superficiali e dannose.
A questo punto, visto che ci sono in ballo tanti soldi della collettività, ci sentiamo di chiedere al sindaco Esterino Montino di non abbandonare la battaglia e di individuare insieme a chi ha a cuore la sorte di tanti lavoratori di tante famiglie di tanti giovani (tutti i politici parlano dei giovani, ma se ne riempiono solo la bocca) una forma di lotta che convinca il Governo a seguirci sulla strada della salvezza di Alitalia e dei suoi ottimi lavoratori” – conclude il comunicato.