Seguici su

Cerca nel sito

#Ostia, Sinistra Italiana ‘Dobbiamo ridare identità politica a chi l’ha perduta’

Possanzini: "Parteciperemo alla grande manifestazione nazionale indetta dalla Cgil".

#Ostia, Sinistra Italiana ‘Dobbiamo ridare identità politica a chi l’ha perduta’

Il Faro on line – “Non c’è spazio per semplicistiche ricostruzioni, per ragionamenti di posizionamento tecnico politico atti a consolidare piccoli gruppi di potere e garantire qualche strapuntino a qualcuno” – lo afferma Marco Possanzini, Segretario Sinistra Italiana X Municipio.

“Basta con i ricatti, le ingerenze, le logiche elettoralistiche, i comitati elettorali permanenti mascherati da aree di pensiero, basta con la logica delle alleanze fatte al buio in nome di principi che sistematicamente poi si calpestano.

Siamo nel paese dove si diventa vecchi senza diventare grandi, dove è considerato lavoratore chi ha lavorato almeno un’ora durante la settimana del rilevamento, nel paese del Jobs Act, della Buona Scuola, della ricattabilità usata come strumento di governo e di controllo, nel paese strangolato dalle mafie, nel paese delle mille solitudini, nel paese dove si mettono in conflitto gli ultimi contro i penultimi, nel paese dei morti sul lavoro e dei morti di lavoro, nel paese governato dalle larghe intese e cioè da un Pd che ha completato la sua mutazione.

Non c’è alternativa se non ci sarà una Sinistra in grado di incarnarla, non c’è alternativa se la Sinistra rimane fra le file degli spettatori e non decide di tornare ad essere protagonista.

C’è bisogno di una Sinistra larga e inclusiva, unitaria, capace di ridare identità politica a chi l’ha perduta, capace di fronteggiare l’idea individualista della società, capace di aggredire le disuguaglianze, capace di rimettere in cima all’agenda politica nazionale i temi del lavoro e dei diritti.

Una Sinistra che deve trovare carne e sangue all’interno di una proposta politica chiara e di grande rottura rispetto alle alchimie del presente, una proposta politica capace di identificare un’idea di futuro e non certo un cartello, cartellino, elettorale.

Viviamo in un mondo dove la ricerca artificiosa di un nemico diventa sempre di più modello culturale, cioè diventa lo strumento utilizzato per alimentare le diffidenze e le paure, l’unico vero grande strumento di controllo e di soppressione del senso critico – continua il Segretario.

Dobbiamo spezzare questa idea malata di società e ricostruire, attraverso una proposta politica di Sinistra, una società diversa, inclusiva, laica. Dobbiamo fondere le differenti anime nel crogiolo della proposta politica, dobbiamo armonizzarci, fattore indispensabile per crescere ed attrarre.

Dobbiamo ridare identità politica a chi l’ha perduta, dobbiamo ridare identità politica a quei nostri mondi di riferimento che oggi sono schiacciati dal potere e vivono una stagione di privazione dei diritti.

Ed è per questo che sabato 17 parteciperemo alla grande manifestazione nazionale indetta dalla Cgil in Piazza San Giovanni e domenica 18 saremo al Teatro Brancaccio per far vivere nella politica il segno di una grande speranza, tutti insieme. Buon cammino e buona fortuna a tutti noi Compagne e Compagni” – conclude Possanzini.