Seguici su

Cerca nel sito

Ad #Aranova l’inaugurazione del nuovo mercato

Anselmi - Vona: "Dopo il taglio del nastro parteciperemo alla manifstazione organizzata a Torrimpietra “mobastapizzodelprete".

Ad #Aranova l’inaugurazione del nuovo mercato

Il Faro on line  – “Sabato 17 giugno ci sarà l’inaugurazione del nuovo mercato di Aranova. Alla presenza della vice sindaco Anna Maria Anselmi e della consigliera comunale Alessandra Vona, alle ore 10,00  è previsto il taglio del nastro” – lo rende noto un comunicato del Partito democratico di Fiumicino.

“La nuova area individuata è il parcheggio retrostante il Centro Commerciale “La Tartaruga”, posizione sicuramente più visibile e più comoda di quella attuale.

“L’assortimento dei banchi è molto variegato e di qualità e crediamo che il mercato del sabato mattina potrà diventare una piacevole abitudine e un punto di incontro per tutti, dove fare acquisti di tanti prodotti e di frutta e verdura fresca e locale” – dichiara l’assessore Anna Maria Anselmi.

“L’insuccesso della localizzazione precedente non ci ha fermato, abbiamo voluto fortemente dotare la località di un mercato rionale a servizio dei cittadini di Aranova. Da sabato si riparte con un nuovo progetto condiviso con gli operatori e sicuramente più efficace” – afferma la consigliera Alessandra Vona.

Annamaria Anselmi e Alessandra Vona invitano i cittadini di Aranova a partecipare a questa inaugurazione e al termine della cerimonia, tutti insieme, potremo partecipare alla manifestazione organizzata a Torrimpietra “#mobastapizzodelprete” per contrastare la scellerata ipotesi di una discarica di Roma nel nostro meraviglioso territorio agricolo.

“Abbiamo scelto questa data anche perché in una ideale staffetta con la manifestazione proprio perché crediamo che la difesa del nostro territorio passa anche attraverso la rivalutazione delle comunità, dei prodotti agricoli e del territorio” – continua Alessandra Vona.

L’apertura di un nuovo mercato è un segno di vivacità del territorio che non è fatto di “zone bianche” ma è fatto di “zone colorate”, verdi, gialle, rosse come i nostri prodotti agricoli” – conclude la Consigliera.