Seguici su

Cerca nel sito

Europei Under 21, Italia esordio con vittoria, primo gol, gioiello di Pellegrini, in sforbiciata

L'azzurro apre le marcature, nella ripresa. Petagna mette a rete il secondo gol, su assist di Chiesa. Su Donnarumma, una pioggia di dollari finti

Europei Under 21, Italia esordio con vittoria, primo gol, gioiello di Pellegrini, in sforbiciata

Il Faro on line – Comincia a quota tre punti, l’Europeo dell’Italia. I ragazzi di Di Biagio riscattano un primo tempo di ombre, con una ripresa spettacolare e grazie agli innesti davanti di Chiesa, Pellegrini e Petagna.

Un gioiello a rete di Pellegrini. Talento della Roma

Cresce la vivacità del gioco, di fronte al portiere di una Danimarca modesta, che non può fare nulla, quando il fenomeno, prossimo giallorosso e ritorno a Trigoria, Lorenzo Pellegrini mette un gol, a rete, di quelli da grandi intenditori. Una sforbiciata perfetta e di una bellezza, da incanto. Là, all’altezza dell’area piccola e tutti i difensori avversari, a guardare, lui e il pallone, che a palombella, scende sotto il sette opposto.

Vivacità del reparto offensivo. Chiesa smuove Petagna

In questo modo, si accende la partita degli Under 21 tricolori, con l’1 a 0, da cineteca. E frutto di un’azione fluida e precisa, come le altre tessute, dagli azzurrini, post primo gol di Pellegrini. Al 9’ del secondo tempo, arriva la rete, di Lorenzo, che riceve palla dal cross di Bernardeschi e poi, il resto, lo fa la gioia della Nazionale di mister Di Biagio, festeggiando un gol di estrema fantasia. E’ Federico Chiesa che cambia la tattica e smuove fili d’erba e azioni in campo. Entra al posto di uno spento Berardi. Ne risente in modo positivo, Petagna, che grazie all’assist del gioiellino della Fiorentina, trova il secondo gol. Poco prima, lo stesso Chiesa non riesce a raddoppiare il bottino azzurro, su freno di Hojberg.

Soddisfazione e attenzione di Di Biagio

La partita mostra la qualità di un reparto offensivo che è uno dei migliori, dopo tanti anni di Under 21. Anche Gigi Di Biagio è soddisfatto, come il comune pensiero post gara : “Non avevo dubbi su questo gruppo – ha dichiarato a fine partita, come indicato su Gazzetta.it – c’è da migliorare però. Al di là della rete di Pellegrini, il secondo tempo è andato meglio”.

In testa al girone, insieme ai tedeschi

E’ in cima al girone C, allora l’Italia e lo è, con la Germania. Avversaria ostica, che vince con la Repubblica Ceca, con stesso risultato di 2 a 0. Come gli azzurri.

Dollari su Donnarumma

Gesto di provocazione, durante il primo tempo. Un mucchietto di dollari finti sono stati lanciati, verso la porta di Donnarumma. Così numerosi che, l’arbitro ha dovuto fermare la partita, per permettere ai raccattapalle di fare pulizia. Si è girato a guardarli, il giovane portiere azzurro, senza replicare. Un momento di tensione per lui, dopo i fatti di mercato, che l’hanno visto coinvolto con il Milan.

Danimarca-Italia 0-2 (0-0)

Marcatori Pellegrini al 9′, Petagna al 41′ s.t.

Danimarca (4-2-3-1) Hojbjerg; Holst, Banggard, Maxso, Rasmussen; Vigen Christensen, Norgaard; Hjulsager, L. Andersen (35′ s.t. Hansen), Borsting (35′ s.t. Duelund); Ingvartsen (27′ s.t. Zohore). (Hagelskjaer, Iversen, Zohore, Nissen, J. Andersen, Nielsen, Pedersen, Jensen, Blabjerg, Junker). All. Frederiksen.

Italia (4-3-3) Donnarumma; Conti, Caldara, Rugani, Barreca; Benassi (28′ s.t. Grassi), Gagliardini, Pellegrini; Berardi (22′ s.t. Chiesa), Petagna (43′ s.t. Cerri), Bernardeschi. (Cragno, Scuffet, Calabria, Biraschi, Ferrari, Pezzella, Cataldi, Locatelli, Garritano). All. Di Biagio

Arbitro Kruzliak (Svk)

Note ammoniti Norgaard e Holst per gioco scorretto