Seguici su

Cerca nel sito

#Nettuno, Montevirginio vince il triangolare di beach rugby foto

L'Anzio si aggiudica il trofeo dei 'piccoli'

Più informazioni su

#Nettuno, Montevirginio vince il triangolare di beach rugby

Il Faro on line – I giganti del beach rugby hanno chiuso una intensa giornata, la terza, dei Giochi del Mare 2017 in corso di svolgimento nell’Arena Sapore di Mare di Nettuno.
Sotto l’attenta regia di Simone Olleia tre rappresentative, Montevirginio, Ariccia e All Stars Roma, hanno dato vita ad un acceso triangolare che ha visto le squadre confrontarsi in incontri di andata e ritorno estremamente combattuti.

Al termine di sei agguerritissimi match è stato Montevirginio ad avere la meglio sulla formazione capitolina capitanata dallo stesso Olleia. Ariccia, che è salita sul terzo gradino del podio, non ha però demeritato rendendo la vita difficile ad entrambe le avversarie.

Anche in questa occasione un folto pubblico ha potuto entusiasmarsi assistendo alle spettacolari azioni dei protagonisti prendendo naturalmente le parti ora di una ora dell’altra contendente.
E naturalmente al termine tradizionale terzo tempo, in cui è corsa a fiumi… acqua minerale per recuperare liquidi data la forte calura del pomeriggio nettunense.

Sabato mattina protagonisti i piccoli rugbysti dell’Anzio Rugby, del Ciampino Rugby e del Cus Roma che hanno dato vita ad un appassionante torneo 5 contro 5 di mini-beach rugby, con un girone andata e ritorno che ha messo a dura prova, anche per il gran caldo, la resistenza fisica dei giovani Under i quali si sono battuti con grande ardore per aggiudicarsi il Trofeo 9.Baby organizzato da Simone Olleia sotto l’egida della Lega Italiana Beach Rugby, dimostrando, oltre che un’eccellente tecnica di base, anche una buona preparazione.

I giovani di Anzio sono risultati i più forti vincendo tutte e quattro le sfide che li hanno visti protagonisti mentre Ciampino ha avuto la meglio sui giovani del Cus Roma conquistando il secondo posto della classifica finale. Lo spettacolo tecnico non è mancato scatenando il tifo di genitori, amici e tecnici, accorsi numerosi a Nettuno, i quali si sono poi uniti ai protagonisti in un refrigerante tuffo in mare prima del tradizionale “terzo tempo” che ha concluso la prima parte della giornata dedicata al rugby.

Più informazioni su