Seguici su

Cerca nel sito

Trastevere, il cuore della movida romana nel mirino dei controlli

Arresti e denunce. Sanzionati anche due ristoranti.

Trastevere, il cuore della movida romana nel mirino dei controlli

Il Faro on line – Trastevere, il cuore della movida romana, è stata protagonista di un’intensa azione di controllo condotta dai carabinieri della Compagnia Trastevere, coadiuvati dai militari dell’Ottavo Reggimento Lazio.

Obiettivo dei controlli è stato quello di arginare i fenomeni di illegalità diffusa. In manette sei persone, mentre altre due sono state denunciate. Nel mirino dell’azione che ha colpito Trastevere sono finiti anche vari esercizi commerciali, ristoranti, bar e pub.

Un ragazzo 23enne di nazionalità olandese, con precedenti, dopo essere stato controllato in strada è stato arrestato perché ricercato in quanto sottoposto a provvedimento che ne disponeva la custodia cautelare in carcere.

Anche un 28enne tunisino e un 31enne residente ad Aprilia, in seguito ai controlli, sono risultati essere destinatari di due provvedimenti. Sul primo pendeva un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, per aver violato la misura dell’obbligo di dimora a cui era sottoposto, mentre il 31enne è stato arrestato in esecuzione di un’ordinanza di carcerazione emessa dal tribunale ordinario di Latina per maltrattamenti in famiglia.

Un trentenne è finito in manette dopo essere stato sorpreso a cedere dosi di marijuana a uno studente romano, a sua volta segnalato all’Ufficio Territoriale del Governo quale assuntore.

Arrestata anche una donna romana di 47 anni, con precedenti, sorpresa a fornire una dose di cocaina a un ragazzo in via del Moro; altre dosi di cocaina ed eroina sono state rinvenute dai Carabinieri di Trastevere presso la sua abitazione.

Infine un romano di 56 anni, già sottoposto agli arresti domiciliari, è finito in manette per evasione, poiché sorpreso fuori dalla propria abitazione senza autorizzazione.

Le due denunce a piede libero hanno colpito un 24enne romano, trovato in possesso di 3 dosi di hashish e 2 di marijuana, e il legale rappresentante di un bar; quest’ultimo aveva installato nel locale un impianto di videosorveglianza non autorizzato.

Sanzionati anche due ristoranti – uno in viale di Trastevere, l’altro in via della Pelliccia – per anomalie riscontrate nei contratti di lavoro dei dipendenti.