Seguici su

Cerca nel sito

#Ostia, latitante dal 2012 finisce in manette

L'uomo aveva fatto perdere le sue tracce mentre era agli arresti domiciliari.

Più informazioni su

#Ostia, latitante dal 2012 finisce in manette

Il Faro on line – Si era nascosto all’interno di un armadio nell’abitazione della figlia, per scongiurare il rischio di essere scoperto dalle forze dell’ordine nel corso di una perquisizione.

Il nascondiglio però è stato individuato dai Carabinieri della Compagnia di Ostia che hanno tratto in arresto il latitante quarantanovenne che aveva fatto perdere le sue tracce dal 2012.

In quell’anno, l’uomo, originario di Gela, era agli arresti domiciliari per il reato di porto d’armi in luogo pubblico: in questa occasione, stava scontando una pena di circa due anni di reclusione.

Il quarantanovenne, con precedenti per rapina e stupefacenti, nel 2014 era stato rintracciato nei Paesi Bassi e arrestato per furto. La fuga dell’uomo è stata bloccata grazie alle indagini dei Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Ostia che da tempo erano sulle sue tracce.

Sono stati i movimenti dell’anziana madre del latitante, di suo fratello, della sua ex compagna e della figlia minorenne a essere stati esaminati con attenzione dai militari. Dopo mesi di appostamenti e ricerche, l’uomo è stato arrestato nell’abitazione della sua ex compagna, in via Guido Vincon, presso la quale era andato a fare visita alla figlia minorenne.

Durante la perquisizione, i militari hanno trovato circa 60 grammi di hashish: anche la sua ex compagna, dunque, è stata arrestata per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Più informazioni su