Seguici su

Cerca nel sito

Rapisarda ‘Non c’è pace per il lungomare di #Ostia’ foto

Ostia Protagonista: "L'attuale situazione è figlia di un regolamento Ama che vuole i singoli cassonetti posizionati davanti ai numeri civici".

Rapisarda: ”Non c’è pace per il lungomare di #Ostia”

Il Faro on line – “Non c’è pace per il lungomare di Ostia, che dopo il forte degrado presente in alcuni punti di spiaggia ora si vede anche il problema del cattivo posizionamento dei cassonetti per i rifiuti nei suoi pressi: questa è l’attuale situazione del Lungomare Toscanelli al civico 216, dove i residenti vedono ostruito il passaggio del loro cancello condominiale dalla presenza di questi molteplici contenitori Ama” – lo afferma Andrea Rapisarda per di Ostia Protagonista.

Una situazione peggiorata dalle condizioni urbanistiche della zona, che vede un piccolissimo marciapiede dividere le abitazioni dalla strada.

Proprio per questo motivo più volte gl’inquilini dello stabile si sono trovati liquami versati nel loro androne condominiale (provenienti da questi punti di raccolta), oltre ai forti olezzi provenienti dagli stessi – specialmente in questa stagione estiva – vista la loro presenza sotto le finestre dei condomini.

Quest’attuale situazione è figlia di un regolamento Ama che vorrebbe i singoli cassonetti posizionati davanti ai numeri civici, in una situazione che spesso può comportare disagi ai residenti lidensi e che in molte parti del territorio – Ostia compresa – non viene attualmente rispettata.

Come Ostia Protagonista ci uniamo all’appello dei residenti, chiedendo lo spostamento dei cassonetti di 50 metri – in direzione Pontile – sacrificando lo spazio destinato a un posto auto su striscia bianca: vogliamo ricordare come questo quadrante sia un importante centro turistico per i numerosi stabilimenti e locali qui presenti, un fattore che non rende carini certi episodi di degrado agli occhi dei visitatori in vacanza nella nostra località balneare” – conclude il comuncato.