Seguici su

Cerca nel sito

#Cerveteri, Esserci 2.0 ‘Caerelandia è pubblico e deve riaprire’

La Coalizione: "Il fatto che una parte sia gestita da un privato non lo rende privato"

Più informazioni su

#Cerveteri, Esserci 2.0 ‘Caerelandia è pubblico e deve riaprire’

Il Faro on line – “Il Parco Caerelandia è chiuso anche oggi. Dicono che sia per lavori, ma non c’è stata in merito alcuna comunicazione al Comune. Il parco è pubblico, ed il fatto che una parte sia gestita da un privato non lo rende privato. Quindi va assolutamente riaperto!” – lo dichiara Coalizione Esserci 2.0 con Alessio Pascucci Sindaco.

“Per quanto riguarda invece il contenzioso legale tra il gestore ed il comune, che è iniziato molti anni fa e quindi ben prima che Pascucci si insediasse, la parte pubblica ha vinto in ogni tribunale ed ogni grado di giudizio. La giustizia ha determinato che il gestore non ha rispettato la convenzione siglata con il Comune, ha commesso degli abusi, tra cui una attività commerciale non prevista e non ha pagato il canone pattuito.

Ora ha deciso di chiudere il parco come se fosse sua proprietà! Questo non si può fare ed i cittadini non lo possono tollerare. Il Parco è e rimarrà sempre proprietà pubblica e chiunque voglia la gestione di una parte del parco dovrà farlo nel rispetto della Legge e dei contratti siglati.

Da quanto poi si sente in giro, la chiusura del parco, a pochi giorni dal ballottaggio, avrebbe fini propagandistici. Se così fosse, sarebbe un atto indegno, che non ci saremmo mai aspettati da nessuno perchè non si gioca con i diritti dei bambini e delle famiglie per scopi elettorali.

Siamo però sicuri che, se anche fosse una manovra elettorale, dietro questo non ci sia la candidata Belardinelli, perchè benchè avversari siamo certi che lei non si abbasserebbe a tali azioni. Oltretutto, nell’esercizio della sua professione, è stata anche avvocato della parte pubblica in uno dei procedimenti legali, vinto dal Comune, che vanno avanti dal 2008 e quindi conosce molto bene la situazione.

Quindi ci aspettiamo anche da lei una presa di posizione netta e decisa contro questo soppruso nel rispetto della proprietà pubblica e della legge” – conclude la nota.

Più informazioni su