Seguici su

Cerca nel sito

Ostiamare, Marco Proietti, ‘Carico per la nuova avventura, pronto a viverla al massimo’

Racconta di sé, il primo colpo del mercato estivo. Indosserà i colori biancoviola, l’attaccante romano, nella stagione 2017/2018. Con in eredità, la Lega Pro a Milazzo e la fascia da capitano, a Trastevere, sogna traguardi importanti

Ostiamare, Marco Proietti, ‘Carico per la nuova avventura, pronto a viverla al massimo’

Il Faro on line – Arriva direttamente dal Pineto, il nuovo attaccante dell’Ostiamare. E porta con sé, una grande eredità di esperienza. Ha calcato anche i campi della Serie C2, la neo punta biancoviola. Lo ha fatto con il Milazzo, fino al 2012 ed è stato capitano per due anni, al Trastevere.

Ad Ostia, Proietti ritrova due vecchi amici del calcio. Roberti e Colantoni

Con la società capitolina, ha totalizzato ben 56 presenze e ha messo a segno per 17 volte, i suoi gol. Con grande gioia, accetta di indossare la maglia dei gabbiani e lo fa soprattutto, perché ad Ostia, può rincontrare due vecchi compagni di pallone: “Sono davvero felice di ritrovare soprattutto Fabrizio Roberti. Uno dei fattori fondamentali, che mi ha convinto a venire”. In questo modo, Marco dichiara, nell’intervista rilasciata a Riccardo Troiani, dell’Ufficio Stampa Ostiamare. Ma non solo, il numero 9 biancoviola è stata una ragione importante, per cambiare maglia. Al Centro Sportivo Anco Marzio, Proietti ritrova anche Francesco Colantoni: “Ho giocato con lui, alla Lupa Castelli Romani”.

Fiero di far parte della formazione ostiense, guidata da mister Greco

Non vede l’ora di scendere in campo, con gli 11 di Ostia ed essere giunto alla corte di mister Alfonso Greco, è cosa di cui andare orgoglioso: “Era da tanto che volevo indossare questa maglia – continua a dichiarare, Marco – sono pronto a dare il massimo, per raggiungere gli obiettivi stagionali”.

Con una maglia lidense, che sa di record, con lo scopo di rinnovarlo, nella stagione 2017/2018

Dopo la storica stagione dei record, che ha proiettato l’Ostiamare in quarta posizione in classifica, con semifinale play off a Rieti e 63 punti in girone da segnare negli annali dei primati, sta costruendo il nuovo anno calcistico, la dirigenza biancoviola e Proietti è uno degli elementi, da cui ripartire, verso la cima della graduatoria. Magari, con il sogno della promozione: “Sono pronto a viverlo con il massimo impegno – dice l’ex del Pineto, descrivendo anche il complicato girone sardo – laziale, che dovrà affrontare con Ostia – sono consapevole della sua qualità, insieme alle difficoltà del raggruppamento”. Ed esprime il suo pensiero, Marco, riguardo alla passata annata biancoviola, in cui i giocatori lidensi hanno firmato il loro record in campo: “Un qualcosa di importante, ma che può anche essere un’arma a doppio taglio. Bisogna prepararsi bene – prosegue a chiarire  – le squadre conoscono la forza della squadra e saranno ancora più decise, a creare problemi”.

Ricordi indelebili a Trastevere e bei momenti in Lega Pro

Niente è semplice in campo. Nel calcio, come nello sport, è così. Ed i suoi campioni lo sanno, perfettamente. Ma se tutti insieme, ci si stringe per mano e si corre dietro ad un pallone, con obiettivo vittoria, tutto è possibile. Ecco perché, l’Ostiamare ha scelto un giocatore importante, nella realtà del calcio dilettantistico: “Pineto è stata una bella esperienza – ha detto Marco, descrivendo la sua carriera, sin d’ora costruita – a Trastevere, ho passato tanti bei momenti, indossando anche la fascia di capitano. Senza dubbio, l’esperienza più formativa, l’ho trascorsa a Milazzo, soprattutto nel primo anno di Lega Pro”.

Dalla D di Viterbo, alla D di Ostia, con passaggio nella C, di Sicilia

L’attaccante, classe 1989, ha avuto modo di girare molte squadre, in carriera. Come lui stesso racconta. Crescendo nella Cisco Roma, ha cominciato il suo percorso sul rettangolo verde, per poi passare alla Viterbese in serie D. Dal 2010 al 2012, ha giocato con il Milazzo, nel professionismo della C e l’anno dopo, con il Sulmona, ha fatto il salto della promozione. Dall’Eccellenza, alla stessa serie D. Sempre, vittorie finali per lui e sempre cime delle classifiche, conseguite. Prima di firmare per i lidensi, ancora l’Abruzzo nella sua storia di calciatore. Ed allora, è stato il Pineto, l’ultima maglia indossata, prima del sogno Ostiamare: “Sono carico per questa nuova avventura”.

Foto : Ostiamare Lido Calcio Srl