Seguici su

Cerca nel sito

Tragedia in mare a #Terracina, pensionato muore salvando tre bambini

Vertono in gravi condizioni anche gli altri due soccorritori.

Tragedia in mare a #Terracina, pensionato muore salvando tre bambini

Il Faro on line – Il bilancio di quanto accaduto ieri a Terracina è pesantissimo: un anziano morto, una donna in gravissime condizioni e un giovane uomo in ospedale per accertamenti.

A compensare la tragedia tre bambini, di età compresa tra 8 e 11 anni, salvati da un mare che si era fatto pericoloso.

La paura, il terrore, il dolore si sono fermati su un tratto di spiaggia libera di Terracina, in località Foce Sisto, a ridosso della bocca del fiume.

I tre bambini stavano giocando in acqua quando, a un tratto, la corrente li ha trascinati al largo, non riuscendo più a tornare indietro.

E’ a questo punto che dalla spiaggia diverse persone, accorgendosi del pericolo, si sono tuffate per cercare di trarre in salvo i tre minorenni.

Tra i soccorritori un settantatreenne romano, che ha fatto di tutto per strappare alla morte i ragazzini, due dei quali suoi nipoti. Ma purtroppo lui stesso non ce l’ha fatta.

Il pensionato non è stato l’unico a trovarsi in difficoltà; trascinata dalla corrente anche una donna di 65 anni, residente nella capitale, finita al Goretti per una gravissima sindrome di annegamento.
Per lei si è alzato in volo un elicottero del 118.

E’ andata meglio alla terza persona, tra i tanti bagnanti accorsi, che ha rischiato di brutto: si tratta di un cubano di 44 anni, portato a mezzo ambulanza al Fiorini per i dovuti accertamenti.

Nei momenti concitati del salvataggio è stato attivato il numero di emergenza 1530 per segnalare la presenza di bambini in difficoltà in mare.

Il personale della Guardia Costiera di Terracina è intervenuto, tempestivamente insieme al personale del servizio 118, sia da mare con una motovedetta che da terra con una pattuglia.

Un pomeriggio da dimenticare, sotto choc le persone coinvolte in questa tragedia dalla quale, fortunatamente, sono usciti indenni i tre minorenni che certamente difficilmente dimenticheranno questa bruttissima esperienza.