Seguici su

Cerca nel sito

Cani e gatti, il colpo di calore è un rischio anche per loro

Alti tassi di umidità, caldo torrido, ambienti poco aerati possono mettere a rischio la salute e il benessere dei nostri amici a quattro zampe

Più informazioni su

Cani e gatti, il colpo di calore è un rischio anche per loro

Il Faro on line – Come per l’uomo anche per gli animali caldo e umidità rappresentano la causa principale del colpo di calore. In queste condizioni ambientali la respirazione a bocca aperta non è sufficiente a garantire un efficace abbassamento della temperatura corporea.

Ma come si manifesta il colpo di calore nel cane e nel gatto? Difficoltà nella respirazione, un grado di eccitazione che può portare a convulsione sono i primi sintomi. Nei casi più gravi, spiegano gli esperti, questi sintomi possono portare anche alla morte dell’animale.

Dove si corre più facilmente il rischio di colpo di calore? Sicuramente quando il cane rimane in macchina ma anche quando si trova sul balcone o sul terrazzo di casa o in giardino se il sole è diretto.

Se capita che cosa si può fare? Se l’animale manifesta i segni del colpo di calore la prima cosa da fare è cercare di abbassare la temperatura corporea utilizzando grandi quantità di acqua fresca, bagnando in particolare la testa e le zampe.
Gli animali di taglia più piccola possono essere direttamente messi nel lavandino o nella vasca da bagno mentre quelli di grossa taglia possono essere bagnati utilizzando la pompa da giardino.
Altrettanto importante è cercarlo di farlo bere, non quantità eccessive di acqua in breve tempo perché questo potrebbe essere causa di vomito, e portarlo appena possibile dal proprio veterinario.

Il rischio di colpo di calore è lo stesso per tutte le razze? No, continuano gli esperti, le razze più a rischio sono il carlino, il bulldog francese, il bulldog inglese (razze brachiocefaliche). I cani anziani, cardiopatici, diabetici, obesi sono più esposti degli altri al rischio di colpo di calore.

E per prevenirlo che cosa si può fare? Innanzitutto, concludono, non bisogna mai lasciare il cane in macchina nemmeno se si tengono i finestrini abbassati e la macchina è parcheggiata all’ombra e nemmeno sul balcone o in giardino sotto il sole diretto.
Tenere l’aria condizionata in casa e in auto, fare attenzione all’alimentazione e, infine, evitare le uscite nelle ore più calde e preferire passeggiate brevi il mattino presto e la sera.

Più informazioni su