Seguici su

Cerca nel sito

Jimi Hendrix Park, una speranza per le generazioni

Non solo in luogo di attrazione, ma il modo per la città di Seattle di onorare e ricordare uno dei suoi grandi concittadini

Più informazioni su

Jimi Hendrix Park, una speranza per le generazioni

Il  Faro on line – Il Jimi Hendrix Park è una realtà. Inaugurato lo scorso 17 giugno dalla sorella del mitico chitarrista e dal direttore della Jimi Hendrix Foundation, si trova al centro di Seattle, stato di Washington, e celebrerà la musica del grande Jimi, scomparso nel 1970.

Dopo diversi anni di raccolta fondi, circa 1 milione di dollari, finalmente il progetto diventa realtà, un parco a tema musicale dove poter rivivere non solo la musica ma anche la vita e l’arte dello straordinario personaggio.

Nato proprio a Seattle nel 1942, fu il più grande chitarrista rock in assoluto, (ancora oggi al 1 posto delle classifiche) considerando una carriera artistica molto breve ma estremamente intensa, un innovatore assoluto per la chitarra elettrica, ha modificato metodi e tecniche creando un sound unico fatto di una miscela di blues, funky e psichedelia.

Dopo anni di collaborazioni con numerose band americane dell’ambiente blues, nel 1966 arrivò la svolta per la sua carriera, grazie a Chas Chandler, bassista degli Animals, che lo cominciò a seguire come manager convincendolo, faticosamente, ad andare a Londra per lanciarlo alla grande in Europa. Il giovane Jimi si convinse grazie alla famosa richiesta e relativa promessa ricevuta da Chas, di poter conoscere Eric Clapton, all’epoca il più famoso e seguito chitarrista inglese, un idolo con il quale divenne amico.

Cominciò così un successo straripante per il power trio messo su dal manager, The Jimi Hendrix Experience che produsse 3 album considerati pietre miliari del rock.
L’onda anomala del funambolico chitarrista arrivò anche nel nostro paese, per fortuna, che lo ospitò nel mese di Maggio del 1968 a Roma,per un concerto al Titan ed un’apparizione al Brancaccio, con successiva passeggiata per le strade della capitale accompagnato dalla ragazza del Piper, Patty Pravo,a bordo della sua fiat 500 bianca, affumicata per l’occasione dal mistico Jimi che non smise mai di fumare erba italiana.

Un importante progetto dunque, sottolineato dalle parole della sorella Janie che ha dichiarato ‘ Il Jimi Hendrix Park è il culmine di anni di duro lavoro, collaborazioni, input creativi, ed investimenti generosi in qualcosa in cui abbiamo davvero creduto e costruito per commemorare quello che è stato un incredibile essere umano.Credo che questo parco sarà una speranza per generazioni. Rappresenta non soltanto un’attrazione o un luogo di interesse ma il modo per la città di Seattle di onorare e ricordare uno dei suoi grandi concittadini. Il panorama, il design artistico, e l’ambientazione sono stati creati per dare alle persone che lo visiteranno la vibrazione che Jimi sapeva dare con la sua arte e con la sua persona.’

Certo, il parco è un po’ distante da noi, ma chi sta organizzando un giro negli States, magari sulla costa ovest, potrà mettere in cima alla lista delle attrazioni da vedere anche il Jimi Hendrix Park.

Più informazioni su