Seguici su

Cerca nel sito

Tizzini, storia, moda e sicilianità

Incontro tra arte e cultura, un brand made in Italy

Tizzini, storia, moda e sicilianità

Il Faro on line – La moda in Sicilia ha un nuovo nome, Tizzini, brand catanese pronto a spiccare presto il volo nel panorama delle passerelle di tutto il mondo. Se l’arte può essere un mezzo per raccontare una storia, questo marchio lo dimostra. In esso, il cui logo è un palo di fico d’india stilizzato è riassunto il secolare concetto di vita siciliana.

Saraceni, Paladini, Orlando e Angelica, ma anche la Trinacria, l’Etna, Sant’Agata, i carretti siciliani prendono voce per narrare antiche leggende dimenticate in opere d’arte da indossare come coffe, borse, scarpe e accessori di ogni tipo. E’ il 2013 quando una giovane artista siciliana, Tiziana Nicosia, cresciuta tra quadri, colori e pennelli, avverte il desiderio di far convergere la passione per l’arte con quella per l’alta moda e di mettersi in gioco insieme alla madre Adriana Zambonelli creando Tizzini.

Il brand si è fatto conoscere sui social network e attraverso il passaparola e oggi si propone il progetto di diffondere la bellezza della cultura e della tradizione siciliana nel mondo con raffinatezza e ricercatezza.

Per capire la Sicilia bisogna viverla e sentirla. Quest’isola ha un proprio tempo fatto di lente cadenze ritmatiche come le onde che s’infrangono sugli scogli, gli odori particolari della natura smisurata e incontaminata, il rosso del fuoco dell’Etna, vulcano che sovrasta la città di Catania.

Tizzini è questo: voglia di raccontare il non-tempo siciliano, ma pure l’intento celato dietro tale volere, far scoprire l’essenza di una storia che non va dimenticata ai non isolani. Tizzini ha reso la coffa (dall’arabo quffa, paniere di vimini) un tipo di borsa unico e ricercato. Le coffé sono tipiche ceste ottenute dalla curina, la parte tenera e resistente delle foglie di palma nana siciliana, sapientemente intrecciate. In origine la coffa ero uno strumento utilizzato nelle attività agricole come ceste per il foraggio dei cavalli o come contenitore per il trasporto di materiale posizionato sui muli. Da umile arnese pratico e da lavoro è diventato un accessorio di moda.

Alle coffe si sono aggiunte borse di ogni tipo, ma anche scarpe, dalle più eleganti open toe alle sportive espadrillas che in antichità erano le scarpe per le attività contadine, alle zeppe che sembrano raffigurazioni di quadri per come sono dipinte, e infine accessori, gioielli, occhiali da sole, foulard.

E’ in questo lavoro destinato sicuramente ad un pubblico d’élite dato i tessuti preziosi e le pelli pregiate utilizzate che s’incontrano tradizione, arte e amore per la propria terra.