Seguici su

Cerca nel sito

#Civitavecchia, cambio di programma per i festeggiamenti di San Bonaventura da Bagnoregio

Il Priore: "Con molto rammarico siamo costretti ad informare che ci sono stati due cambiamenti di sede".

#Civitavecchia, cambio di programma per i festeggiamenti di San Bonaventura da Bagnoregio

Il Faro on line – “Con molto rammarico siamo costretti ad informare i Civitavecchiesi che ci sono stati due cambiamenti di sede per quanto riguarda le attività che l’Arciconfraternita ha realizzato per i festeggiamenti al suo Fondatore San Bonaventura da Bagnoregio” – lo afferma il priore David Trotti in un comunicato stampa.

“Come molti avranno avuto modo di apprendere, dal 19 giugno 2017 la prefettura ha emesso una nota che, anche per le piccole manifestazioni, prevede adempimenti di sicurezza importanti e, a nostro parere, molto gravosi per le associazioni di volontariato in tema di pubblici spettacoli. In particolare è necessario il parere di una commissione di vigilanza.

La Polizia municipale ci ha informato che non sarà possibile avere la riunione della Commissione prima dell’inizio delle manifestazioni per la festa del Santo. Da qui l’impossibilità di utilizzare Piazza Leandra come luogo per la proiezione prevista per il giorno 15 e soprattutto per la Messa del giorno 16 luglio.

In ragione di ciò abbiamo dovuto trovare dei luoghi alternativi e pertanto le manifestazioni saranno così modificate: sabato 15 Luglio ore 21 presso la Chiesa della Stella, ci sarà la proiezione di alcuni cortometraggi a cura della Associazione Cinefotografica Civitavecchiese in cui avremo modo di rivivere la Storia del Venerdì Santo, la storia della Chiesa della Stella, e la Storia dell’Arciconfraternita del Gonfalone. Un momento in cui attraverso le immagini avremo modo di ripercorrere “esperienze” che fanno ed hanno fatto la Storia della nostra città.

Domenica 16 Luglio ore 09,30 ci sarà la celebrazione Eucaristica in Cattedrale con la partecipazione delle altre Confraternite della Diocesi e della Confraternita di San Francesco di Bagnoregio.

Abbiamo fatto tutto il possibile per dare ai Civitavecchiesi la possibilità di vivere questo momento di spiritualità anche se non potremo valorizzare la Piazza cuore della nostra città.

Per quanto riguarda le manifestazioni future speriamo che le autorità possano rivisitare le disposizioni emanate alla luce delle diverse dimensioni delle attività stesse e rilasciare procedure autorizzative semplificate per le manifestazioni che coinvolgono un numero limitato di persone” – conclude il Priore.