Seguici su

Cerca nel sito

Servizio Giardini di #Ostia, botta e risposta tra Pd e M5S

Di Pillo-Ferrara: "Parte la task force straordinaria". Baglio-Zannola: "Alla città serve un governo ordinario".

Servizio Giardini di #Ostia, botta e risposta tra Pd e M5S

Il Faro on line – Non sembra esserci pace per il X Municipio. Oltre ai quotidiani problemi di gestione legati al commissariamento, alla questione rifiuti, alla manutenzione delle strade, a farla da padrone adesso sono anche le polemiche tra opposte fazioni politiche sui temi caldi del litorale romano. Protagonisti del botta e risposta, questa volta, il Pd romano e gli esponenti pentastellati, materia del contendere la bonifica delle aree verdi.

“Esprimiamo grande soddisfazione per l’intervento permanente del Servizio Giardini centrale di Roma Capitale sul verde del X Municipio, moltissime saranno le aree coinvolte. Lo avevamo detto a chiare lettere e abbiamo mantenuto la promessa: parte la task force straordinaria del Servizio Giardini di Roma Capitale che curerà il verde del X Municipio” -. dichiarano in una nota congiunta il capogruppo capitolino del M5S Paolo Ferrara e la Delegata della sindaca per il X Municipio Giuliana Di Pillo.

“Si inizia con l’intervento di manutenzione sul Parco Pietro Rosa di Ostia (conosciuto anche come Parco XXV Novembre). Gli altri si sono riempiti la bocca con il decentramento e altri termini vuoti se deprivati della loro sostanza originaria, hanno messo in campo interventi spot trascurando del tutto il mare di Roma e il suo entroterra. Questa è la prima volta che da parte dell’amministrazione centrale viene previsto un intervento stabile. Questa è la prima volta che un’amministrazione dimostra di avere davvero a cuore il mare di Roma”

Dura la replica della consigliera dem dell’Assemblea Capitolina Valeria Baglio e di Giovanni Zannola, membro della direzione romana del Pd: “⁠⁠Il M5S parla di una task force straordinaria per il verde di Ostia. Ecco vorremmo segnalare alla maggioranza che la task force straordinaria di cui ha bisogno Roma si chiama governo della città. Qualcosa di straordinariamente ordinario che dovrebbe poter assicurare ai romani una cura continua e attenta, abbandonando parole e proclami lanciati in un territorio così vicino alle elezioni da risultare perfino sospetti”.