Seguici su

Cerca nel sito

Mondiali paralimpici di Londra, argento Manigrasso, bronzo Di Marino nei 400

Altri due allori dagli azzurri. Quinti, De Vidi e La Barbera

Mondiali paralimpici di Londra, argento Manigrasso, bronzo Di Marino nei 400

Il Faro on line – I Mondiali Paralimpici di atletica di Londra regalano un’altra doppietta storica per l’Italia che a Londra fa salire a sei il bottino delle medaglie.

Dopo l’exploit dei 100 T42 di Martina Caironi e Monica Contrafatto, questa volta è il podio dei 400 T44 a tingersi di azzurro con l’argento di Simone Manigrasso ed il bronzo di Emanuele Di Marino. Solo il greco Michail Seitis è riuscito a fare meglio blindando l’oro in 51.41.

Manigrasso, talento lombardo esploso in questa stagione in cui ha messo a segno una serie di record italiani in tutte le specialità della velocità, si porta a casa una medaglia al suo esordio mondiale con una prestazione di 54.07: “È una sensazione spettacolare, un debutto così non me sarei mai potuto immaginare. Quest’anno mi sono impegnato tantissimo, ho fatto molti sacrifici ed il risultato di oggi li ha ripagati tutti. Questo è solo un punto di partenza, non mollerò certo qua. Dedico questa medaglia alla mia ragazza Sofia e alla mia famiglia per il loro sostegno e voglio ringraziare la Federazione ed il mio allenatore Marco La Rosa. Non vedo l’ora di correre di nuovo”.

La gara del 17 luglio è stato anche il riscatto di Di Marino dopo la delusione delle Paralimpiadi di Rio dove era stato squalificato per invasione di corsia. Lo sprinter salernitano, già bronzo agli Europei di Grosseto nel 2016, era in quarta posizione sul rettilineo quando la caduta del sudafricano Nour Alsana a pochi metri dal traguardo gli spalanca la strada del podio (55.70): “Sono ancora incredulo, sono rimasto 10 secondi a guardare il risultato perché pensavo ad un errore. Sono stracontento, non sono partito forte, poi ho dato il massimo soprattutto negli ultimi 100. L’esperienza di Rio mi ha aiutato tanto e non ho sentito pressione. Questa medaglia è per la mia famiglia che mi dà una grossa mano, le Fiamme Azzurre e tutti i partner che sostengono me e la mia fidanzata Arjola nel nostro progetto della Coppia dei Sogni”.

Nella serata londinese ci sono anche due quinti posti. Alvise De Vidi, deluso della sua prestazione nei 400 T51 di 1:35.54, non si fa sconti: “Poteva e doveva andare meglio, c’era tutto, i guanti, la carrozzina, è mancato Alvise. Non sono riuscito a fare una gara decente e non ci sono scusanti. Peccato, è pur sempre una finale mondiale”.

Stessa delusione in viso anche per Roberto La Barbera che nel lungo T44 trova il suo miglior salto di 6,31 alla seconda prova, ma non è sufficiente per avvicinare il podio dominato dal primatista del mondo, il tedesco Markus Rehm (8,00).

Foto al seguente link (Credits: Mauro Ficerai)

https://photos.app.goo.gl/l8nPeHFj3yAZdc2u2

Programmazione RAI

Domani, lunedì 18 luglio, diretta TV alle 11:30 e poi alle 20:15 con sintesi su Rai 2 all’1:00 di notte.

Tutte le gare del Mondiale sono seguite in diretta streaming su www.raisport.rai.it

Start List/Risultati Live

https://www.paralympic.org/london-2017/schedule/info-live-results/lo2017/eng/zz/engzz_athletics-daily-competition-schedule.htm

 

Sintesi Categorie Funzionali

http://www.fispes.it/showquestion.php?faq=1&fldAuto=137