Seguici su

Cerca nel sito

#Montalto, Sacconi ‘Caci si ricorda del paese solo durante le elezioni’

Il Consigliere comunale: "Vorremmo più attenzione, se possibile, anche per le zone meno visibili ma non per questo meno importanti".

#Montalto, Sacconi ‘Caci si ricorda del paese solo durante le elezioni’

Il Faro on line – “Durante la campagna elettorale lo slogan del gruppo Caci è stato “decoro urbano a tutto spiano”, e abbiamo assistito alla cantierizzazione di due paesi: Montalto e Pescia. Cantierizzazione che ha visto la messa in dimora di aiuole, il rifacimento di strade e rotatorie ovunque tranne dove servirebbero realmente, ma questa è un’altra storia” – lo dichiara il consiglire comunale Eleonora Sacconi.

“Condividiamo qualsiasi azione atta a valorizzare il nostro paese, vorremmo solo più attenzione, se possibile, anche per quelle meno visibili ma non per questo meno importanti.

Stiamo ricevendo in questi giorni segnalazioni da parte di abitanti in Via Ombrone che lamentano con insistenza da anni, danni all’interno delle stesse abitazioni, a causa del passaggio per la stessa dei mezzi pesanti che scaricano merci nei supermercati adiacenti. Naturalmente risulta evidente che il pericolo è costante anche per le persone che vivono lungo quella strada, soprattutto per i bambini che quotidianamente escono a giocare.

Quello che forse molti non sanno però è che esiste una convenzione stipulata nel 2010 con la Società che ha acquisito l’area e creato il supermercato Eurospin che prevede la creazione a spese della stessa di una strada di collegamento con le case dell’Enel, con relativo marciapiede, che eviterebbe in primis il passaggio dei mezzi per via Ombrone e consentirebbe alle persone di raggiungere il paese senza dover passare in mezzo alla strada.

Non stiamo qui a puntare il dito come opposizione  e a chiedere di chi sia la responsabilità di tale mancanza.. siamo qui a chiedere all’attuale amministrazione di riprendere in mano l’atto e se ancora possibile provvedere alla realizzazione di questa opera che contribuirebbe anche alla tranquillità degli abitanti della zona” – conclude la Sacconi.