Seguici su

Cerca nel sito

Arresti a #Ladispoli, Movimento 5 Stelle ‘C’è chi finora ha fatto finta di nulla’

I Pentastellati: "Abbiamo più volte evidenziato le 'cose strane' che accadevano intorno alla macchina amministrativa".

Arresti a #Ladispoli, Movimento 5 Stelle ‘C’è chi finora ha fatto finta di nulla’

Il Faro on line – “Apprendiamo dalla stampa, di questo gravissimo episodio che investe la nostra città. Episodio che non arriva del tutto inaspettato, dato che il Movimento 5 Stelle negli ultimi anni ha più volte evidenziato tutte le ‘cose strane’ che accadevano intorno alla macchina amministrativa ed in particolare sul progetto del nuovo stadio” – lo afferma in un comunicato il  Movimento 5 Stelle di Ladispoli.

“Uno stadio costruito in un’area a rischio ambientale (vincolo idrogeologico con rischio esondazione poi misteriosamente scomparso per quel tratto), uno stadio progettato con evidenti e costosi errori (il progetto invade il cono di atterraggio dell’eliporto di soccorso e abbiamo speso 600.000 euro per spostare la pista), uno stadio su cui aleggia l’ombra della speculazione di Piazza Grande (dove siamo in attesa delle opportune azioni che questa amministrazione vorrà intraprendere per fermare anche questa ulteriore speculazione edilizia, così come promesso in campagna elettorale).

Va detto che la prima colpa di quanto accaduto è politica.

La colpa è dei politici che negli ultimi anni erano seduti nel palazzetto; infatti il Movimento è stato l’unico a combattere l’illegalità e a far notare le potenziali illiceità di alcuni progetti messi in cantiere dalla passata amministrazione.

Solo il M5S, al tempo ancora senza rappresentanti eletti nel consiglio comunale, sembra essersi accorto che qualcosa non andava; e le allora forze di maggioranza? E l’opposizione? Nulla, nessuno ha voluto o saputo vedere, salvo oggi stupirsi e prendere le distanze.

Anche ora, in un clima caldo torrido di estate rovente, in cui sembra che politici di Ladispoli sappiano solo attaccare le vicende della Raggi, sul tema arresti restano tutti zitti ad aspettare che l’onda anomala passi senza far danni.

Sarebbe facile per noi tirare fuori le innumerevoli note e comunicati fatti contro queste operazioni negli ultimi anni; ma ora chiediamo semplicemente che il comune si costituisca parte lesa e chieda i danni. A chi ci governa diciamo che è ora di prendere posizioni nette e coraggiose contro questi progetti e speculazioni ereditati dal passato, e non di limitarsi a parlarne in consiglio comunale.

Perché la città, i cittadini, non possono più subire questo finto gioco delle parti, dove, per dirla come il poeta ‘ci si indigna, ci si impegna e poi si getta la spugna con gran dignità’.

Il Movimento 5 Stelle, ora forza politica di opposizione, combatterà al fianco dei cittadini perché questo non accada più” – conclude il comunicato.