Seguici su

Cerca nel sito

#Sperlonga, quell’inaccettabile silenzio della maggioranza sull’impianto di mitilicoltura

Sperlonga cambia: "Nel luglio 2016 la Direzione regionale agricoltura, caccia e pesca aveva chiesto un parere tecnico all’amministrazione comunale, ma non ha ricevuto alcuna risposta."

#Sperlonga, quell’inaccettabile silenzio della maggioranza sull’impianto di mitilicoltura

Il Faro on line – “È ingiustificabile – affermano i membri di “Sperlonga cambia”– il silenzio perpetuato dalla maggioranza in merito alla concessione rilasciata per un impianto di mitilicoltura che occuperà una superficie grande quanto 40 campi di calcio con 34 filari per l’allevamento delle cozze, posizionato nel tratto di mare a confine tra il litorale fondano e quello di Sperlonga.

Nel luglio 2016 la Direzione regionale agricoltura, caccia e pesca aveva chiesto un parere tecnico all’amministrazione comunale, ma non ha ricevuto alcuna risposta.

Analogo era stato il comportamento del Comune di Fondi, che oggi annuncia di voler diffidare la Regione e si dice pronto a presentare ricorso contro la concessione rilasciata alla campana Mitilflegrea.

L’apertura di un impianto di mitilicoltura davanti le nostre coste – proseguono i membri- è un argomento di fondamentale importanza per Sperlonga.
Non aver fornito il parere tecnico richiesto dalla Regione sulla realizzazione di un impianto di mitilicoltura di queste dimensioni è di per sé un fatto grave, ma ancor più allarmante è la mancanza di una presa di posizione netta da parte della giunta e dei consiglieri di maggioranza.

Abbiamo presentato un’interrogazione per conoscere le intenzioni dell’amministrazione comunale in merito e ci siamo già attivati per sottoporre la questione all’attenzione dei competenti organi regionali.

Sperlonga vive di turismo e in particolare di turismo balneare. Da vent’anni riceviamo il riconoscimento della Bandiera Blu, importante riconoscimento per il paese e da sempre ostentato dalla maggioranza, ma nel momento in cui bisogna esprimere un parere tecnico su un insediamento che avrà un innegabile impatto sul nostro litorale, ancora una volta, questa stessa tace.

Nel prossimo Consiglio comunale, che auspichiamo verrà convocato a breve,- concludono- siamo pronti ad affrontare anche questo argomento e solleciteremo l’amministrazione comunale ad una presa di posizione chiara a tutela dell’industria turistica di Sperlonga e del nostro mare.