Seguici su

Cerca nel sito

Mondiali di Londra, Filippo Tortu, ‘Il mio miglior 200, sono felice al 100%’

Non si qualifica per la finale, ma corre da senatore, in mezzo ai grandi dei 200. E dopo le vacanze, testa e cuore in pista

Mondiali di Londra, Filippo Tortu, ‘Il mio miglior 200, sono felice al 100%’

Il Faro on line – Non si è qualificato per la finale dei 200 metri, ma Filippo, la sua straordinaria figura ai Mondiali di Londra, l’ha fatta ugualmente.

In semifinale, è arrivato sul traguardo, insieme al gota del mezzo giro di pista mondiale, fermando il cronometro a 20’’62. Un tempo maggiore, rispetto a quello registrato a Roma, durante il Golden Gala, di 20’’34, prima del suo sfortunato infortunio, ma la prova da lui mostrata, corsa e affrontata, è stata migliore, di quella della Diamond League: “Il mio miglior 200 – ha detto Tortu, in zona mista post gara, come indicato dal sito ufficiale della Fidal – ho avuto buone sensazioni – ha proseguito il velocista delle Fiamme Gialle – ho superato atleti finalisti dei 100 metri e altri che mi avevano battuto in batteria”.

Per il campione europeo in carica dei 100 e vicecampione continentale in staffetta 4×100, appena arrivato con la medaglia d’oro al collo, vinta a Grosseto, Londra è stata un’ottima esperienza per gettare le basi. E cosa c’è nel futuro di Fillo? Come lo chiamano affettuosamente alle Fiamme Gialle? Tokyo 2020. Ecco perché, dal 10 agosto in poi, dopo una piccola vacanza con la famiglia, come lui stesso dice a Raisport, si dedicherà ai suoi 100 e ai sognati 200 metri.

Nasce con entrambe le distanze in pista e nei piedi, il vicecampione mondiale under 20, di Castel Porziano e prosegue in questo suo intento di crescere e di sbalordire il mondo dell’atletica leggera, su entrambe le distanze: “Mi sono piaciuto molto di più che in passato, sono felice al 100%”.

Foto : Fidal/Colombo