Seguici su

Cerca nel sito

#Ostia, Canale dei Pescatori, Ferrara-Di Pillo ‘Aggiudicato il bando per il dragaggio’

M5S: "Siamo riusciti a risparmiare più di 1 milione di euro per le tasche dei cittadini".

#Ostia, Canale dei Pescatori, Ferrara-Di Pillo ‘Aggiudicato il bando per il dragaggio’

Il Faro on line – “Dopo anni di affidamenti diretti e centinaia di migliaia di euro spese dalle vecchie amministrazioni di centrodestra e centrosinistra senza che fossero mai riuscite a risolvere il problema, grazie all’azione sinergica tra il Comune e la commissione prefettizia del X Municipio è stato aggiudicato ieri un bando che prevede una programmazione triennale della manutenzione del Canale dei Pescatori di Ostia per il dragaggio di quest’ultimo: spesa totale, 286.695,75 euro” – lo dichiarano in una nota congiunta il Capogruppo capitolino del M5S Paolo Ferrara e la Delegata della Sindaca per il X Municipio Giuliana Di Pillo.

“Ricordiamo il milione e 200mila euro per una draga rimasta abbandonata e arrugginita ai lati del Canale spesi in quattro anni di amministrazione di centrodestra, che con il costo degli affidamenti diretti è salito alla soglia dei 2 milioni di euro; e come dimenticare le centinaia di migliaia euro spese, o sarebbe forse meglio dire dissipate, con procedure di urgenza dall’amministrazione Pd negli anni seguenti?

Ricapitolando, con un bando pubblico e trasparente siamo riusciti a risparmiare più di 1 milione di euro rispetto alle cifre dilapidate da chi ci ha preceduto nel governo del Municipio, sintomatico del fatto che con una programmazione efficiente, limpida e sana si lavora alla grande e si evitano prelievi forzosi e ingiustificati dalle tasche dei cittadini. Oggi con noi la musica è cambiata per davvero e tutti devono prenderne atto.

Specifichiamo che il dragaggio del Canale ha una importante funzione idrogeologica per la sicurezza urbana, in quanto qui confluiscono i canali di bonifica dell’entroterra; svolge dunque di fatto un doppio ruolo, quello di consentire ai pescatori di uscire agevolmente verso il mare senza creare problemi al tessuto produttivo della pesca locale e quello di agevolare il deflusso delle acque per evitare eventuali allagamenti nella zona” – conclude la nota.