Seguici su

Cerca nel sito

#Spagna, Blitz della polizia a Cambrils, uccisi 5 terroristi

Il gruppo aveva investito alcune persone con un'automobile in un attacco collegato a quello di Barcellona.

Più informazioni su

Il Faro on line – Poche ore dopo l’attentato di Barcellona, lo scenario stava per ripetersi nella notte a Cambrils, località turistica della costa a sud-ovest della capitale catalana. Ne è convinta la polizia locale che in un blitz ha ucciso cinque sospetti terroristi, confermando in un secondo momento che il gruppo aveva investito alcune persone con un’automobile in un attacco collegato al primo.

Sei i civili rimasti feriti. Gli attentatori, come riferito dalla polizia, indossavano anche cinture esplosive (poi risultate finte). Possibile anche un collegamento con l’esplosione avvenuta nella notte tra mercoledì e ieri ad Alcanar, nella quale una persona era rimasta uccisa.

Raperta la Rambla a Barcellona

La Rambla di Barcellona, dove ieri tredici persone sono rimaste uccise e un centinaio ferite da un furgone che ha  investito la folla di turisti – attentato rivendicato dall’Isis – è stata riaperta al pubblico dopo essere stata completamente ripulita durante la notte. Lo ha constatato un giornalista dell’Ansa. La passeggiata che dal centro conduce al porto della città rimane però chiusa al traffico delle auto. Centinaia di turisti stanno lasciando gli alberghi o gli appartamenti affittati nel centro.

L’ambasciatore a Madrid, Stefano Sannino, fa sapere che al momento risultano solo tre connazionali feriti (due già dimessi, uno in ospedale con alcune fratture) e non conferma la morte di un altro italiano, il 35enne Bruno Gulotta di Legnano, sulla sorte del quale ci sono timori. Tre uomini sono stati arrestati, in fuga il conducente del furgone della strage.

Rajoy proclama il lutto nazionale

Il premier spagnolo Mariano Rajoy ha annunciato tre giorni di lutto nazionale in tutta la Spagna dopo la strage di  Barcellona. Un periodo di lutto di tre giorni era già stato decretato dal  governo catalano del presidente Carles Puigdemont. Solidarietà e vicinanza da tutti il Mondo, a Parigi Torre Eiffel oscurata. Da Roma arriva il messaggio del presidente del Senato Grasso: ‘Solidarietà a #Barcellona, ai feriti, ai familiari delle vittime. La sfida più grande è combattere il terrorismo senza rassegnarsi alla paura’.

 

Più informazioni su